Covid: Bassetti, febbre gialla candidata a succedergli

PANDEMIA «La febbre gialla è una seria candidata per una futura pandemia». È l’avviso dell’infettivologo genovese Matteo Bassetti stamani via Facebook illustrando le correlazioni tra cambiamento climatico e infezioni.

«C’è il rischio che in Italia, a causa del fenomeno della tropicalizzazione, possano diffondersi malattie tipiche di fasce climatiche differenti – sottolinea -. È già successo con il virus del Nilo Occidentale, che può provocare malattie gravi del cervello. Oppure il virus chikungunya, trasmesso dalla zanzara tigre tipico di alcune aree tropicali diventando addirittura endemico in un’area del Polesine».

«Per non parlare della febbre gialla in America Latina. – spiega Bassetti – A causa del cambiamento climatico, il suo vettore di trasmissione principale, un determinato tipo di zanzara, si sta diffondendo enormemente in tutto il mondo, spesso portando il virus con sé».

(Ansa)