L’arte di Giotto ad Assisi per contemplare il mistero del Natale

Il bambino, la volpe e il buio: un racconto fantastico

LIBRO Quando pensiamo al Natale, in ogni contesto storico, anche in un momento difficile come quello che stiamo vivendo oggi a causa della pandemia, affiorano comunque dei sentimenti positivi, delle sensazioni di tepore e di gioia che ci scaldano il cuore, facendoci sentire ancora bambini avvolti tra le braccia materne.

Enzo Fortunato
Il Natale di Maria. Nove meditazioni con i colori di Giotto
Edizioni San Paolo
pp. 226
euro 28,00

Proprio cogliendo questo sentimento, padre Enzo, ripercorrendo le pagine dei Vangeli dell’infanzia scritti da Luca e Matteo, ci presenta una profonda riflessione sul grande mistero dell’incarnazione di Gesù, attraverso Maria, colei che per prima col suo sì lo ha accolto. «Il Natale non è una favola per bambini», ma la storia vera di un Dio che si fa uomo perché follemente innamorato di ciascuno di noi e per questo ci vuole salvare, questo è il dono più grande del Natale.Contemplando il Natale  con i colori di Giotto nella basilica di Assisi

Padre Enzo Fortunato pone attenzione alla figura di Maria affrescata nel ciclo giottesco delle Storie dell’infanzia di Cristo nel transetto destro della Basilica Inferiore, i colori, le prospettive, i personaggi, i sentimenti. Opere d’arte che nel testo vengono ritratte su pregiata carta fotografica per permettere al lettore di vivere la stessa esperienza di colui che si trova in presenza di fronte agli affreschi, perché «ogni volta che si gode della gioia di varcare la soglia della Basilica di Assisi, si ha la possibilità di entrare in contatto con un racconto, la narrazione di un’evoluzione». Ad Assisi per la prima volta nella storia viene rappresentato il primo campionario del genere umano, Giotto sperimenta l’esaltazione del sentimento, la rappresentazione vera del vivere, «ed è proprio dalle pareti della Basilica che vediamo il sentimento diventare prorompente, l’umanità comincia a soffrire, a sentire, le donne cominciano a piangere».

Un testo ricco di immagini commentate, ma non solo, grazie alla contemplazione delle immagini, l’autore accompagna il lettore attraverso nove meditazioni ognuna delle quali rappresenta un momento significativo dei primi anni di vita di Gesù, per comprendere al meglio la grandezza della nostra fede. Un’opera dove elemento biblico, artistico ed esistenziale si intrecciano per offrire al lettore uno strumento di crescita spirituale, dove la bellezza artistica diventa preghiera. Un libro che si presenta come un prezioso regalo da donare a coloro che nel Natale vogliono «riscoprire e tornare a valorizzare l’essere figli, essere madri, essere spose e sposi innamorati. Per generare fede, per illuminare i sentieri della vita».

Walter Colombo

Banner Gazzetta d'Alba