Ha riaperto il museo della Ceramica di Mondovì

esposizione visitabile nei consueti orari

Ha riaperto il museo della Ceramica di Mondovì

APERTURA Ieri, giovedì 29 aprile, ha riaperto il Momuc (Museo della Ceramica di Mondovì), secondo i consueti orari di visita: il venerdì e il sabato dalle 15 alle 18, la domenica dalle 10 alle 18. Da giugno inizierà l’orario estivo con estensione dell’orario di chiusura alle 19. È necessario prenotarsi allo 0174-33.03.58 o all’indirizzo iatmondovi@cuneoholiday.com. Il Momuc rimarrà aperto per i gruppi tutti i giorni della settimana, previa prenotazione.

Il Museo, nato dalla volontà di Marco Levi e di suo nipote Guido Neppi Modona, è tra i pochissimi in Europa a ospitare al suo interno un’unità produttiva. La collezione personale di Marco Levi, rappresentativa di quasi due secoli di produzione ceramica monregalese, costituisce il fulcro del museo e arricchisce il Piemonte e l’Italia di un importante patrimonio ceramico. Il Momuc ha sede nel settecentesco Palazzo Fauzone di Germagnano, espone oltre 600 pezzi ceramici distribuiti nelle 17 sale dei piani nobili del Palazzo; 2mila pezzi sono custoditi nei depositi visitabili, destinati a studiosi, collezionisti, cultori della materia. Periodicamente ospita mostre e rassegne, ha una intensa attività didattica e un percorso multisensoriale e multimediale, che consente un’esperienza visiva, tattile e uditiva agli ipovedenti, non vedenti, sordi e disabili.

Le attività del museo della Ceramica di Mondovì sono promosse dalla fondazione museo della Ceramica e dal Comune di Mondovì, con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione compagnia di San Paolo, della Fondazione Crc e della Fondazione Crt.
Banner Gazzetta d'Alba