L’Aca ricorda Canobbio: «Imprenditore di grande intuito, instancabile promotore della sua Langa»

Striscia la Notizia a Cortemilia per un servizio sulla nocciola
Giuseppe Canobbio (a destra) era celebre per le torte di nocciole.

CORTEMILIA L’Associazione commercianti albesi, con una dichiarazione congiunta del presidente Giuliano Viglione e del direttore Fabrizio Pace, ha voluto ricordare la figura del pasticcere Giuseppe Canobbio: «Con Giuseppe Canobbio se ne va un imprenditore di valore dell’alta Langa, dal grande intuito e capace di felici realizzazioni.  Per circa 60 anni ha deliziato i palati più appassionati di tipicità con le sue celebri torte, comprendendo le straordinarie potenzialità della nocciola in un’epoca in cui la nostra terra, forse, non ne aveva ancora consapevolezza. La successiva creazione di una struttura ricettiva a integrazione del laboratorio e del magnifico locale ai piedi della torre di Cortemilia, meta di un pubblico locale affezionato e di tantissimi turisti italiani e stranieri, ha completato la figura di un interprete entusiasta della sua Langa, della quale è stato instancabile promotore e legittima bandiera».

L’Associazione commercianti albesi partecipa al dolore della moglie Ester e delle figlie Paola, Claudia e Barbara, impegnate nella prosecuzione dell’attività paterna.

Banner Gazzetta d'Alba