Concerto gratuito di Ginevra Di Marco all’arena del Teatro sociale registra il tutto esaurito

Si tratta del primo appuntamento del festival Cantautori d'Italia 2021 organizzato dall'associazione Milleunanota di Alba

Sabato concerto gratuito di Ginevra Di Marco all'arena del Teatro sociale
La cantante Ginevra Di Marco.

MUSICA Sabato 22 alle 18 il festival Cantautori d’Italia 2021, creato dodici anni fa dall’associazione Milleunanota di Alba, proporrà Quello che conta. Ginevra canta Luigi Tenco, un appuntamento speciale con la cantante Ginevra Di Marco. L’evento, in presenza, si terrà nell’arena esterna del Teatro sociale di Alba (ingresso da via Accademia). L’ingresso è gratuito ma l’evento ha fatto registrare il tutto esaurito.

Ginevra Di Marco era già stata nel 1996 ad Alba, nella chiesa di San Domenico, con i Csi. Fu allora che nacque il disco La terra, la guerra, una questione privata, dedicato a Fenoglio. Questa volta proporrà sul palco le canzoni di Luigi Tenco, nella prima tappa – l’unica del Piemonte –  del tour di ripartenza dell’artista.

Secondo appuntamento del festival il 30 maggio con Drew Righi

Il secondo appuntamento con il festival è per domenica 30 maggio alle 18 in diretta sulla pagina Facebook del festival. L’ospite sarà un giovane cantante emergente, il ligure Drew Righi, il quale sta ottenendo ottimi riscontri, essendo appena stato ammesso alle finali di Sanremo Rock e al Tour music fest.

Il racconto di Filippo Cosentino del suo tour a Hong Kong e Pechino 1
Il direttore artistico di Cantautori d’Italia 2021, l’albese Filippo Cosentino.

Spiega il direttore artistico Filippo Cosentino: «L’obiettivo è di far vivere al pubblico la canzone d’autore come forma letteraria contemporanea. Per farlo ci siamo inventati un format copiato poi da altri festival regionali. Nonostante un grave momento di crisi, siamo in grado di offrire alla cittadinanza un concerto a ingresso gratuito con una delle più significative artiste degli ultimi trent’anni».

Gli organizzatori ringraziano il Comune di Alba, Banca d’Alba, Fondazione Crc e Confindustria Cuneo per la realizzazione della rassegna.

Banner Gazzetta d'Alba