“Chi illumina la grande notte” è la mostra di Lunetta 11 in tre Comuni

Il pubblico potrà visitare l'esposizione fino al 30 settembre. Coinvolti Mombarcaro, Murazzano e Dogliani

"Chi illumina la grande notte" è la mostra di Lunetta 11 in tre Comuni

ARTE Sabato 19 giugno è stata inaugurata Chi illumina la grande notte, mostra curata da Lunetta 11, galleria d’arte contemporanea ed etichetta discografica fondata nell’omonima borgata di Mombarcaro da Eva Menzio, Francesco Pistoi e Claudia Zunino. Menzio e Pistoi sono, rispettivamente, figlia e nipote del pittore torinese Francesco Menzio, attivo negli anni Sessanta e Settanta nella Langhe. Il titolo scelto quest’anno è un riferimento all’omonimo film rimasto incompiuto di Elio Petri, regista di pellicole come Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto e La classe operaia va in paradiso. La mostra è visitabile fino al 30 settembre e, per il primo anno, coinvolgerà anche i Comuni di Dogliani e Murazzano. Tra le case in pietra della borgata risalente al XVII secolo troveranno spazio le opere di Brian Belott, Solomostry e Max Tomasinelli. Ospiti di Lunetta 11 saranno anche gli artisti inviati da due gallerie d’arte, la Francesca Antonini arte contemporanea di Roma e la Cellar contemporary di Trento, che presenteranno personali di Antonello Viola e David Aaron Angeli.

Lunetta 11 ha avviato una collaborazione con il festival torinese di musica elettronica Club to club, grazie al quale sarà avviato, in autunno, il progetto della Banca del suono permanente delle Langhe. Durante l’inaugurazione di Chi illumina la grande notte, l’architetto e musicista Paolo Dellapiana ha curato un’installazione artistica audiovisiva proiettata nei boschi che circondano la borgata.

Coinvolti quest’anno anche i Comuni di Dogliani e Murazzano

Riguardo al coinvolgimento dei Comuni di Dogliani e Murazzano, gli organizzatori spiegano: «Per far incontrare l’arte tradizionale con l’avanguardia contemporanea, quattro chiesette della zona esporranno ognuna un’opera d’arte di un artista da noi selezionato».

"Chi illumina la grande notte" è la mostra di Lunetta 11 in tre Comuni 1
Antiluna, dietro di Caterina Silva è visitabile nella cappella del ritiro Sacra Famiglia a Dogliani.

Questo progetto collaterale si intitola Pietre volanti, nome scelto in omaggio all’artista tedesco Joseph Beuys, di cui ricorre il centenario della nascita. I luoghi scelti sono: la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria a Lunetta, che espone l’opera Boolean di Piergiorgio Robino; la cappella di San Rocco a Mombarcaro con L’inadeguato di Ismaele Nones; il santuario della Beata Vergine di Hall di Murazzano (Primo di Andrea Barzaghi); la cappella del ritiro della Sacra Famiglia nel borgo Castello di Dogliani, con Antiluna, dietro di Caterina Silva, un omaggio a Pinot Gallizio. Quest’ultima sarà visitabile fino al 25 luglio, mentre le altre tre resteranno esposte fino al 30 settembre. L’ingresso alle mostre organizzate da Lunetta 11 è gratuito, ma è necessario prenotare la visita scrivendo a info@lunetta11.com.

Davide Barile

Banner Gazzetta d'Alba