Tragico ritrovamento a Balme dell’escursionista 55enne disperso in zona Pian della Mussa

Rinvenuto morto nella zona del Canale di Arnas, a valle del Rifugio Gastaldi

Ceresole Reale: soccorso uno scialpinista coinvolto da una valanga

BALME Ancora un tragico epilogo verificatosi sulle montagne piemontesi, dove un altro escursionista, questa volta disperso nella zona del Pian della Mussa, nel comune di Balme, è stato purtroppo ritrovato morto.

Difficoltose le operazioni di recupero della salma dell’uomo di 55 anni, residente a Traves, frequentatore abituale di quelle montagne, che si era messo in cammino ieri, (giovedì 2 settembre), per raggiungere il Rifugio Gastaldi, dove purtroppo non è non è mai arrivato. Secondo una testimonianza, era stato avvistato a breve distanza dal rifugio, ma poi di lui, si sono perse le tracce.

Il ritrovamento è avvenuto oggi, nella zona del Canale di Arnas, a valle del Rifugio Gastaldi, zona particolarmente impervia dove, presumibilmente l’escursionista è precipitato nella giornata di ieri, dopo aver perso il sentiero che stava percorrendo, a causa della nebbia. Il ritrovamento è stato effettuato da una squadra a terra del Soccorso alpino e speleologico piemontese, coadiuvata da una seconda squadra del Soccorso alpino della Guardia di Finanza.

Le condizioni meteo avverse,  non hanno consentito operazioni con l’elicottero, ed hanno reso molto complicate le operazioni di recupero del corpo, rendendo necessario procedere con le squadre via terra. In loco operativa, insieme al Soccorso alpino e speleologico piemontese ed al Soccorso alpino della Guardia di Finanza, anche una squadra dei Vigili del fuoco.

Alice Ferrero

 

Banner Gazzetta d'Alba