A Monticello la banca chiude, ma invita i clienti a utilizzare l’App

Lunedì 18 chiuderà lo sportello Intesa Sanpaolo di Monticello. Proteste dei cittadini
Amministrazione comunale e cittadini avevano protestato contro la chiusura.

MONTICELLO A poco più di due settimane dalla chiusura dello sportello ex Ubi banca (ora appartenente al gruppo Intesa Sanpaolo) è arrivata la risposta del gruppo bancario alle rimostranze del sindaco Silvio Artusio Comba e dell’Uncem. «Pur comprendendo il disagio manifestato per conto della cittadinanza, la chiusura dello sportello distaccato di Monticello rientra in un importante piano di razionalizzazione territoriale che interessa tutta la nostra rete e che ha comportato una revisione significativa della nostra presenza su molte aree. Tale iniziativa è volta a raggiungere una maggiore efficienza nella quotidiana relazione con i nostri clienti», scrive la banca, segnalando che viene rivolta particolare attenzione a effettuare tutti gli interventi possibili per limitare i disagi per la clientela, fornendo tecnologie di accesso ai servizi bancari a distanza. A questi servizi si affianca poi la possibilità di utilizzare un’App che consente di svolgere numerose operazioni in maniera digitale.

La banca segnala anche che a Monticello è presente un esercizio convenzionato (Olocco Laura, in via Stazione 34/a) presso il quale è possibile usufruire di ulteriori servizi, come i pagamenti di F24 e utenze. «Abbiamo dedicato alla questione la massima considerazione, come dimostrato in occasione del recente contatto offertole dai nostri referenti al quale ha ritenuto di non dar seguito. Tuttavia, siamo lieti di confermarle che è stato accordato il mantenimento dello sportello bancomat e l’esonero delle commissioni per un periodo di 12 mesi, sui prelievi presso gli esercizi Mooney convenzionati», conclude la banca nella lettera inviata al Comune.

Lunedì 18 chiuderà lo sportello Intesa Sanpaolo di Monticello. Proteste del Comune e dei cittadini

Dura la replica dell’Uncem. Sottolineano il presidente regionale Roberto Colombero e quello nazionale Marco Bussone: «Mentre l’Associazione bancaria italiana ci risponde che non è affar suo se le banche riorganizzano i servizi e chiudono gli sportelli nei piccoli Comuni, le banche stesse ci prendono in giro. Parlano di App e di prelievi dai tabaccai, e comunque chiudono, fregandosene dei sindaci e delle comunità. È inaccettabile, così come sono inaccettabili i toni, non rispettosi delle istituzioni». Le perplessità dell’Uncem sono aggravate dall’attacco che la risposta rivolge al sindaco Artusio Comba, dicendo che non avrebbe risposto ai referenti della banca che lo hanno contattato. «Non ci si può confrontare con chi non si apre al dialogo e si limita a informare sulle decisioni prese», risponde amareggiato il sindaco di Monticello.

«La notizia della chiusura è arrivata in concomitanza con l’annuncio dei risultati da record della banca nei primi mesi del 2021. Il profitto economico non è l’unico che un’azienda dovrebbe perseguire: Sanpaolo se ne dimentica e dimostra di essere disinteressata al valore sociale dell’impresa. La risposta è arrivata dall’ufficio reclami e non da un livello superiore. Questo indica quanto l’azienda abbia a cuore gli enti territoriali, le piccole comunità e la gente che le abita».

Federico Tubiello

Banner Gazzetta d'Alba