Appello della Caritas narzolese per dare aiuto a una famiglia

NARZOLE Diversi narzolesi hanno partecipato nei giorni scorsi al lutto che ha colpito una famiglia musulmana, che da qualche anno vive in paese, per la scomparsa dell’anziana nonna. Le maestre della scuola elementare frequentata dalla nipote della donna hanno avviato una piccola raccolta fondi per aiutare la famiglia e contribuire al rimpatrio della salma in Marocco, paese di origine della famiglia.


Anche la Caritas parrocchiale di Narzole che da tempo segue la famiglia (composta ora soltanto da madre e figlia) si sta adoperando per contrastare i problemi economici a cui queste persone devono far fronte.
«Questo episodio», commenta il diacono Giona Cravanzola, «ha avuto un grande impatto nella comunità musulmana, ma non lascia indifferenti noi cattolici». L’invito è esteso a chiunque voglia, possa fare una donazione od offrire un aiuto a persone che hanno dimostrato, pur nelle difficoltà, una grande dignità e l’impegno nel lavoro e nell’integrazione sociale e culturale in paese (per informazioni 0173-77.60.70).
«Quello che deve far riflettere è che, al di là delle ragioni ideologiche, delle religioni, dei riti e delle culture differenti», aggiunge il diacono, «il momento della morte accomuna tutti: la sofferenza, le lacrime, le domande che ci si pone sono le stesse».

e.a.

Banner Gazzetta d'Alba