200 mila euro per la scuola

SOMMARIVA PERNO La parte vecchia dell’edificio scolastico di via San Giovanni, parte dell’Istituto comprensivo sommarivese, avrà un aspetto tutto nuovo: più ecologico, più sicuro, più isolato dal punto di vista termico, senza barriere architettoniche. Il tutto costerà 380 mila euro, 200 mila dei quali coperti da un contributo regionale. Il progetto di riqualificazione è stato presentato giovedì 6 dicembre. All’incontro erano presenti l’assessore all’istruzione della Regione Alberto Cirio, il sindaco Simone Torasso, l’assessore Claudio Buonincontri la dirigente scolastica Maria Luisa Rivetti, i sindaci di Baldissero e Corneliano, gli insegnanti e gli studenti della scuola elementare e media.

I lavori di ristrutturazione finanziati dalla Regione rientrano nell’ambito del Piano straordinario di edilizia scolastica. «Il progetto, redatto dallo studio Tecno Gr di Poirino », spiega il sindaco Simone Torasso, «consiste in una serie di interventi che vanno dal rifacimento della copertura, alla sostituzione dei serramenti, al rivestimento della facciata con sistema di coibentazione a cappotto. Verranno anche abbattute le barriere architettoniche nella passerella esterna per un importo complessivo di 380 mila euro».

Cirio ha incontrato i ragazzi delle due sezioni di terza media durante le lezioni e ha pranzato in mensa con i bimbi delle elementari. Torasso ha ringraziato Cirio sia per i contributi che per la visita.

«Ho voluto constatare di persona quali interventi verranno realizzati con l’aiuto del nostro contributo», ha commentato l’Assessore regionale. «Questa scuola rappresenta un punto di riferimento per il territorio e grazie ai lavori in programma verrà resa non solo più sicura ma anche più ecologica. In un momento di carenza di risorse la priorità deve essere la tutela delle fasce più deboli: anziani e bambini. Spero che il Governo decida finalmente di fare la sua parte, perché al momento tutto quello che abbiamo investito sull’edilizia scolastica, più di 50 milioni di euro, arriva dalle casse della Regione e cioè dalle tasche dei piemontesi. Ma dei circa 40 milioni di euro promessi da Roma abbiamo più saputo nulla».

Il Piano straordinario per l’edilizia scolastica lanciato dalla Regione prevede più di 250 interventi su scala regionale, tra ristrutturazioni e nuove costruzioni. 13,8 milioni di euro il contributo per il cuneese per 61 progetti, tra i quali i lavori all’Istituto comprensivo di Sommariva Perno e l’intervento a Baldissero per la scuola primaria di via XXV aprile.

Fulvio Lovisolo