Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Liceo sportivo in Piemonte: la Regione dà il via libera

ISTRUZIONE Via libera dal Consiglio regionale ai criteri per la definizione del Piano di dimensionamento scolastico 2014-2015 e dei nuovi indirizzi nelle scuole superiori. La novità principale riguarda la nascita del “liceo sportivo”. Si partirà con l’attivazione di otto sezioni (indicativamente una sezione per provincia) presso autonomie scolastiche che hanno il liceo scientifico e sono attrezzate dal punto di vista delle strutture.

In generale, per attivare qualsiasi nuovo indirizzo occorrerà una previsione di aumento delle iscrizioni, evitare duplicazioni rispetto all’offerta esistente, non creare concorrenza con realtà limitrofe e la sostituzione con un indirizzo già attivato (quest’ultima è una condizione indispensabile per le autonomie con più di 1.200 alunni). Inoltre, gli indirizzi non attivati per tre anni scolastici consecutivi saranno cancellati.

Per quanto riguarda, invece, il dimensionamento e gli accorpamenti nel primo ciclo di istruzione, la media provinciale degli iscritti per ogni istituto comprensivo dovrà tendere indicativamente a mille alunni, con un minimo di 600 iscritti. Per le scuole dell’infanzia è stato introdotto il concetto di “offerta coordinata tra scuola statale e paritaria”: l’autorizzazione di una nuova sezione di scuola statale non dovrà cioè causare la diminuzione di una sezione di paritaria esistente.

È prevista anche l’attivazione di 16 autonomie per i Centri di istruzione per gli adulti, sulla base del numero di abitanti, delle caratteristiche geomorfologiche e specifiche dei territori e dei limiti minimi previsti dalle norme sul dimensionamento.

Entro il 29 novembre le Province dovranno inviare alla Regione le proposte di dimensionamento, in modo che entro la fine dell’anno si possa procedere all’approvazione finale. Dovranno invece pervenire entro il 20 dicembre le richieste per i nuovi indirizzi che saranno autorizzati dalla Regione entro il 31 gennaio.