Gruppo San Paolo, cordoglio per la scomparsa del superiore generale don Sassi

ALBA Il Gruppo San Paolo, di cui fa parte Gazzetta d’Alba, piange la scomparsa del superiore generale don Silvio Sassi, deceduto a causa di un arresto cardiocircolatorio domenica 14 settembre all’età di 65 anni nella Casa generalizia della Congregazione, a Roma. Nato a Vezzano sul Crostolo (Reggio Emilia) nel 1949, don Sassi è entrato a far parte della Famiglia Paolina nel 1960, diventando sacerdote nel 1977. Licenziato in teologia e specializzato in Scienze della comunicazione alla Sorbona di Parigi, ha ricoperto la cattedra di etica e comunicazione all’Istituto superiore di teologia morale Accademia Alfonsiana di Roma e nel 2007 è stato nominato da papa Benedetto XVI Consultore del Pontificio consiglio delle comunicazioni sociali.

Le parole del sindaco di Alba Maurizio Marello: «La notizia mi ha colpito profondamente perché conoscevo don Sassi. Ho avuto l’opportunità di incontrarlo in più occasioni, l’ultima lo scorso 20 agosto, ad Alba, per le celebrazioni del centenario della Società San Paolo. Era uomo di notevole cultura, limpida fede, larghe e profonde vedute e spiccata  intelligenza. La Famiglia Paolina ha ricevuto un grande dono dello Spirito nella persona e nella guida di don Sassi. Ho apprezzato il suo affetto per Alba, la città da cui è partita la straordinaria avventura di don Alberione e della San Paolo. Desidero esprimere il cordoglio personale mio e della città a tutti i Paolini. Sono certo che il grande vuoto che don Sassi lascia sarà colmato dal loro impegno e dall’affidamento nel Signore».

I funerali si svolgeranno giovedì 18 settembre, alle 11, nella cripta del santuario Regina degli Apostoli, a Roma.
Don Sassi verrà ricordato anche nella Messa che verrà celebrata sempre giovedì 18 settembre, alle 18, nel Tempio di San Paolo, ad Alba, su iniziativa della comunità di Casa madre della Società San Paolo.