L’ultimo saluto a Elena Ceste

GOVONE Si sono svolti sabato 7 febbraio, a Govone, il suo paese di origine, i funerali di Elena Ceste. Sopra la bara della donna, entrata in chiesa sotto la neve, un cuscino di rose bianche. In prima fila i genitori e, in lacrime, i quattro figli della donna per la cui morte è in carcere il marito Michele Buoninconti. «Nessuno è più ricco di noi ad avere avuto un tesoro di mamma come te», ha detto dall’altare la figlia più grande di Elena Ceste. A celebrare le esequie il parroco di Govone, don Giacomo Tibaldi, e don Roberto Zappino, il sacerdote della parrocchia di Motta di Costigliole frequentata dalla donna.

Ansa