Inaugurata la radiodiagnostica a domicilio

SANTO STEFANO BELBO  Un servizio di radiodiagnostica a domicilio per dare sostanza ai progetti della rete di assistenza territoriale che la Regione ha declinato per ora sulla carta, ma che devono trovare attuazione insieme alla revisione della rete ospedaliera. La sperimentazione messa in campo a Torino alla Città della salute è arrivata nelle Langhe per venire incontro ai bisogni della popolazione più anziana che a Cortemilia, e  ora anche a Santo Stefano Belbo, potrà ricevere a casa il medico con la strumentazione per la radiologia e la diagnostica, in collegamento con gli ospedali dell’Asl Cn2. L’innovativo servizio di radiodiagnostica territoriale mobile in radiologia è stato presentato lunedì  pomeriggio a Santo Stefano Belbo dal presidente della Regione Sergio Chiamparino e dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta. Il servizio è in grado di fornire prestazioni di radiodiagnostica di base di tipo ambulatoriale e anche domiciliare.

I locali dell’Asl a Santo Stefano Belbo