Integrato il contratto per il Centro benessere di Canale

CANALE I canalesi godranno di agevolazioni per accedere ai servizi del Centro benessere di località Mombirone: l’abbonamento semestrale sarà scontato del 10%, quello annuale del 20.
Benefici ottenuti in seguito all’integrazione del contratto tra il Comune e la ditta esecutrice dei lavori, la Barberis spa, di cui si è discusso giovedì 19 maggio durante un Consiglio comunale straordinario, che ha visto la maggioranza approvare il punto e la minoranza astenersi, dopo aver dichiarato di non aver compreso l’urgenza di tale convocazione.

In base alla nuova stesura dell’accordo, il concessionario verserà, inoltre, al Comune un contributo di gestione annuo di 14.500 euro, destinato a finanziare agevolazioni tariffarie, quali corsi scolastici, cure riabilitative e altro. La parte del contributo di gestione non utilizzata nell’anno si andrà a sommare a quella dell’anno successivo e così di seguito.

Infine, le economie derivanti dal mancato utilizzo del contributo di gestione potranno essere utilizzate, dopo il secondo decennio della gestione, per lavori di manutenzione straordinaria o investimenti per migliorare il Centro benessere.
Il contratto stabilisce altresì che, al termine dei 40 anni di concessione, la struttura entrerà nel patrimonio del Comune. In base ai coefficienti di vetustà immobiliari, si è calcolato che il Centro, che oggi ha un costo di 5.394.958 euro, vedrà abbattuto il suo valore dello 0,725%, per cui i canalesi si troveranno proprietari di un immobile che varrà circa 3.900.000 euro.
La ditta realizzerà anche un tratto di collegamento coperto e la centrale termica tra il Palagiovani e il Centro benessere, per 37mila euro; inoltre gli spogliatoi del Centro benessere saranno anche destinati per l’attività del Palagiovani, comportando un risparmio per il Comune, per i soli spogliatoi, di 210mila euro, senza calcolare quanto si spenderebbe per la pulizia e il riscaldamento.

La gestione delle due strutture sarà seguita dal concessionario in modo integrato e sinergico. In seguito alla revisione del contenuto della concessione-contratto, il Comune trasferirà alla Franco Barberis spa il contributo di 1,5 milioni di euro, concesso dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nell’ambito del programma “Cantieri in Comune”, per completare la realizzazione dell’edificio.
Durante il dibattito il gruppo di minoranza, guidato da Piera Ternavasio, ha espresso dubbi sulle potenzialità del Centro quale volano per il turismo. «Il termine Centro benessere evoca immagini di relax», sottolineano i consiglieri di opposizione. «Come si può pensare che un turista venga in piscina a Canale per rilassarsi quando vicino a essa sorgerà un Palagiovani, che organizzerà eventi tecnici o partite di basket con atleti che dovranno usufruire degli stessi spogliatoi del Centro».
Il gruppo ha chiesto «come mai si continui ad affidare l’opera a una impresa che si è dimostrata già in precedenza poco affidabile».
Il sindaco Enrico Faccenda ha spiegato che «tra litigare con la ditta o cercare un rapporto di collaborazione si è preferita la seconda strada. Ricordiamo che quest’opera avrà un costo zero per i canalesi che, anzi, potranno usufruire di agevolazioni. Al momento tutti i pagamenti sono stati effettuati e quelli futuri avverranno solo in base allo stato di avanzamento dei lavori».

Elena Chiavero