Cosa significa scegliere di affidare i propri soldi a una banca etica?

ALBA «Per investire in modo sicuro bisogna sempre sapere cosa si sta facendo», esordisce Tommaso Lo Russo del Comitato difesa dei consumatori di Alba
e Bosia.

«Una banca etica fornisce ai propri clienti, correntisti e azionisti,  i normali servizi bancari di un istituto bancario, con la scelta di operare rispettando le leggi bancarie dell’etica, ossia gestisce i flussi finanziari raccolti con strumenti quali i fondi comuni per sostenere organizzazioni che lavorano nel campo dell’ambiente, dello sviluppo sostenibile, dei servizi sociali, della cultura e della cooperazione internazionale. Sono quindi esclusi investimenti che riconducono, direttamente o indirettamente, alla produzione e al commercio di armi, investimenti in aziende altamente inquinanti o che non rispettano appieno i diritti umani, e così via. Una banca etica fornisce ai clienti più disagiati prestiti a interesse minimo, anche per piccoli importi».
A partire dagli anni Novanta operano anche in Italia alcune banche etiche. Lo sviluppo di un sistema bancario di questo tipo è passato attraverso i gruppi di mutua autogestione, che hanno contribuito sia allo sviluppo del micro-credito, sia alla nascita di punti vendita per il commercio di prodotti provenienti dal Terzo mondo e da cooperative sociali.