Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

«Telecamere in città solo per fare cassa»

COMUNE I consiglieri comunali di Forza Italia Carlo Bo e Gionni Marengo si scagliano contro la videosorveglianza promessa dal sindaco Maurizio Marello: «La videosorveglianza è uno strumento estremamente utile nella gestione della sicurezza cittadina anche se, purtroppo, ad Alba sembra che sicurezza faccia rima con “fare cassa”. La sorveglianza a circuito chiuso deve avere due scopi, da un lato quello di essere deterrente per i malintenzionati e, dall’altro, consentire l’identificazione di chi ha trasgredito la legge. Sfortunatamente il maggior numero di telecamere sarà installato per vigilare sulla pedonalizzazione del centro storico, dove i trasgressori saranno perlopiù cittadini distratti o visitatori che si troveranno, loro malgrado, a incappare nella nuova Ztl; un modo semplice per fare cassa insomma, mentre gli angoli meno frequentati della città continueranno a essere alla mercé dei soliti incivili e malintenzionati».

Ai due esponenti del centro-destra risponde il sindaco Maurizio Marello: «Trovo queste accuse destituite di ogni fondamento, le telecamere saranno posizionate per rendere maggiormente vivibile il centro storico pedonalizzato. Chi viola le disposizioni viene multato, gli altri no, fare cassa è ben altra cosa. I riflessi sulla sicurezza sono comunque importanti potendo controllare le targhe di chi accede nel centro storico».

m.p.