500 lampade Led ridurranno molto l’energia utilizzata

AMBIENTE 44 tonnellate di petrolio risparmiate all’anno, ovvero 174 tonnellate di CO2 in meno iniettate nell’atmosfera. Questo il risparmio energetico e il risultato ecologico che l’assessore ai lavori pubblici Alberto Gatto, insieme all’Amministrazione Marello, porterà a casa grazie alla riqualificazione di oltre 500 punti luce cittadini: impianti di proprietà dell’azienda Enel Sole, ma che verranno riscattati dal Comune e gestiti da Egea.

Spiega l’assessore: «Il Comune corrisponderà un canone annuo di circa 120mila euro per vent’anni, risorse che andranno a coprire le spese di investimento e di gestione dei punti luce». In questo modo verrà completata l’operazione di ripristino del sistema luminoso della città, già iniziata alcuni anni fa e che aveva coinvolto nell’insieme oltre 5mila punti.

Prosegue Gatto: «La nuova tecnologia a Led consentirà sia di ridurre l’impatto ambientale sia i consumi di energia elettrica (fino al 60% in meno), di migliorare il flusso luminoso e la resa cromatica, quindi di attenuare l’inquinamento luminoso in città». Senza contare che le operazioni di ammodernamento dei punti luce potrebbero ridurre i fenomeni di malfunzionamento del sistema elettrico pubblico e la correlata necessità di interventi di manutenzione, dunque i costi per le casse pubbliche.

Conclude l’assessore Gatto: «Quelle che andiamo ad approvare rappresentano operazioni di fondamentale importanza per la vita della città, che continua a crescere e a svilupparsi e necessita dunque di cure e adeguate strutture. Il progetto esecutivo del “cantiere diffuso” è stato approvato con una delibera di Giunta il 20 aprile e porterà la tecnologia a Led in tutta la città».

Valerio Giuliano