Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Il liceo scientifico braidese festeggia il suo 40° compleanno

BRA Sarà consegnato agli ex allievi partecipanti al convegno e al pranzo di sabato 27 ottobre, l’annuario del liceo scientifico Giolitti con i nomi di tutti i diplomati degli ultimi, anzi dei primi, quarant’anni di vita della scuola di via Fratelli Carando.
Il compleanno sarà celebrato venerdì e sabato con una serie di eventi che avrà culmine nel convegno di sabato mattina il cui ospite d’onore sarà il presidente dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, Fernando Ferroni. Già dal venerdì sono in programma incontri con gli ex allievi, che racconteranno le loro esperienze di studio e professionali per condividerle con le nuove generazioni – sono stati infatti invitati ragazzi delle scuole medie – e con gli alunni che oggi frequentano i corsi di scientifico, linguistico, classico, scienze applicate e scienze umane del Giolitti-Gandino. Non mancherà chi ha proseguito la carriera in ambito scientifico-universitario, con ricercatori e docenti, ma ci saranno anche testimonianze provenienti da altri ambiti, come dal giornalismo e dal cinema.
Sabato mattina, i lavori del convegno “Il valore della cultura scientifica per la comunità” si apriranno alle 9.30 nella sala conferenze dell’hotel Cavalieri di Bra. Dopo i saluti della dirigente scolastica Francesca Scarfì, della presidente dell’Associazione amici del liceo, Laura Dellaferrera, del sindaco di Bra Bruna Sibille e dell’assessore regionale all’istruzione Giovanna Pentenero, è in programma la lectio magistralis “La curiosità è il motore della scienza” del professor Ferroni. A seguire, lo scrittore Davide Longo intervisterà alcuni ex allievi prima della premiazione degli studenti che durante l’estate hanno partecipato al progetto Eee PolarQuest per la misurazione dei raggi cosmici. Alle 18.30, in Sant’Antonino, sarà celebrata una Messa in ricordo degli ex alunni ed ex docenti del liceo che non ci sono più.

e.a.