Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Il paese dove la poesia è scritta tra i vigneti

CASTIGLIONE TINELLA Il paese ha presentato il nuovo parco panoramico e letterario “Versi in vigna”, un allestimento unico al mondo (l’idea sarà protetta da una registrazione certificata) per un’ulteriore azione promozionale del territorio. L’attenzione, in questo caso, si concentra sul vigneto, che ospita testi in versi dedicati al lavoro dei contadini. Castiglione Tinella diventa così il paese delle vigne scritte e offre ai turisti un nuovo motivo per venire ad ammirare uno splendido paesaggio e un’installazione unica e suggestiva, che sta già suscitando curiosità.

Ma che cosa si potrà ammirare sulle colline castiglionesi? Sei vigneti, scelti per posizione e pendenza su diversi versanti, ospitano poesie in cinque versi liberi di Lorenzo Dulevant e del sindaco Bruno Penna, che appaiono attraverso l’installazione di grandi lettere bianche fissate su reti antigrandine che abbracciano il corpo del filare. Parliamo di oltre 500 metri quadrati di scrittura, visibile fino a 450 metri di distanza lungo i sentieri naturalistici e dai crinali. I testi possono essere letti anche in inglese attraverso cartelli con un codice Qr.

Il progetto ha avuto una lunga gestazione, anche per la complessità della realizzazione, ma ora è diventato realtà, grazie al sostegno della Regione, dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato, dell’Egea, del Consorzio dell’Asti e dell’Ente turismo. «Un ringraziamento speciale va ai proprietari delle vigne, che offrono una collaborazione preziosa», sottolinea il sindaco. Le installazioni non comprometteranno il lavoro tra i filari, ma servirà un’attenzione speciale. Conclude Penna: «Grazie, infine, alla Bottega del Moscato, partner del progetto, agli amministratori comunali e ai castiglionesi che hanno partecipato alle fasi di preparazione e allestimento delle scritte. È stato un evento condiviso dall’intera comunità».

Chi raggiungerà Castiglione Tinella potrà ritirare gratuitamente in Municipio, negli esercizi commerciali e nelle strutture ricettive, il libretto che spiega il progetto con la cartina del parco.

Fabio Gallina