Big bench community project assegna due contributi alle località che ospitano le grandi panchine

CLAVESANA Sono Moiola e Niella Tanaro ad aggiudicarsi, tra le dodici domande pervenute, i 1.840 euro dell’associazione Big bench community project per i progetti di promozione della panchine giganti.

Il primo progetto selezionato è quello del Comune di Moiola per un laboratorio artigianale per circa 40 ragazzi delle due classi prime della scuola secondaria di primo grado, che durante le ore di educazione tecnica realizzeranno, grazie all’aiuto di un artigiano esperto, degli oggetti in legno che verranno posti lungo il sentiero che porta alla panchina gigante. Il finanziamento copre le ore di lezione dell’artigiano e il materiale (legno speciale per esterni, vernice) per un totale di 900 euro. A questi si aggiungono 160 euro per la guida naturalistica che accompagnerà i bambini lungo il percorso.

Il progetto del Comune di Niella Tanaro riguarda il finanziamento con 780 euro dello spettacolo teatrale della scuola primaria tratto dal Piccolo Principe che verrà messo in scena a fine maggio. In particolare si tratta dell’acquisto di microfoni che rimarranno di proprietà della scuola per il futuro, incentivandone le attività. I bambini si occuperanno di scenografie, copione, costumi, recitazione.

Chris Bangle seduto su una delle sue panchine giganti

Le panchine giganti sono un’iniziativa che aggrega persone, che attrae turismo, che ha come obiettivo la valorizzazione e la promozione del territorio. In alcuni casi però, accade che le panchine vengano trascurate, versando in cattivo stato di manutenzione. E’ interesse di tutti che il circuito delle panchine sia il più possibile gradevole e ben tenuto. Invitiamo tutti i panchinisti appassionati, anche se non sono stati in prima persona promotori di una panchina, a fare il possibile per garantire la buona manutenzione delle Big Bench più vicine e dove risiedono.

Per quanto riguarda invece il lato benefico del Big bench community project, dal prossimo bando in poi sarà richiesto ai Comuni che presentano la propria candidatura per il finanziamento, di inviare un’immagine della loro panchina in modo da testimoniarne il buono stato di manutenzione. Insieme alla bontà del progetto presentato, anche lo stato di manutenzione della panchine costituirà valore aggiunto alla candidatura.

La mappa delle panchine giganti