La vita ordinaria di giovani dalla straordinaria santità

MUSEO PAOLINO Venerdì 15 marzo, presso il Museo fotografico paolino di piazza San Paolo 13, il vescovo di Alba, Marco Brunetti, ha inaugurato la mostra “I santi della porta accanto”, 26 giovani testimoni della fede dei nostri giorni, con figure a noi note, come Piergiorgio Frassati, Maggiorino Vigolungo (giovane paolino di Benevello), la focolarina Chiara Luce Badano, il “giudice ragazzino” Rosario Livatino assassinato dalla mafia e tanti altri.

L’iniziativa prende avvio dal Sinodo dei vescovi 2018 su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”; l’idea è stata sviluppata dal giornalista Gerolamo Fazzini di Credere. Il gruppo editoriale San Paolo, l’Associazione don Zilli e il centro culturale San Paolo hanno raccolto l’invito a stimolare i giovani, in primis, a una sempre maggiore consapevolezza della chiamata alla “santità possibile”.

La mostra propone una serie di ritratti di giovani che hanno preso sul serio il Vangelo nella loro realtà locale, nella professione, nello studio e nella vita affettiva, nell’impegno culturale e sociale. L’invito ad approfittare di questa occasione (dura fino al 30 novembre) è rivolto ai parroci e agli insegnanti di religione, ai capi delle associazioni cattoliche, ai vari gruppi e movimenti ecclesiali. La mostra può anche essere richiesta nelle proprie parrocchie. Per informazioni: fratel Bruno Tamai, 345.89.20.722, tamaibruno38@gmail.com.