Il candidato sindaco del M5s Degiorgis risponde all’appello lanciato dal Vescovo Brunetti a Radio Alba

Si presenta il candidato M5s per Alba. Degiorgis: guardate alla mia esperienza

ALBA Il candidato sindaco del Movimento 5 stelle Giorgio Degiorgis risponde all’appello lanciato dal Vescovo di Alba Marco Brunetti ai microfoni di Radio Alba

#RadioAlba #etisentiacasaIn studio, nel venerdì santo, il vescovo di Alba, monsignor Marco Brunetti per la benedizione a tutti gli albesiIl Vescovo lancia la proposta ai futuri candidati sindaco Giorgio Degiorgis Olindo Cervella Carlo Bo Lorenzo Paglieri di collaborare nella realizzazione di dormitori e docce per i senza tetto della città, oggi assistiti solamente dalla Caritas di via Pola

Posted by Radio Alba on Friday, 19 April 2019

La lettera di Giorgio Degiorgis

Alba è una città fiorente che rappresenta un modello in molti campi e non ultimo in quello dell’inclusione dei cittadini bisognosi e degli stranieri. Ad Alba opera un Consorzio Socio assistenziale valido e vi sono numerosissimi esempi positivi di associazioni di volontariato che svolgono opere meritorie sia a livello locale che in posti anche lontani nel mondo.

Per questo sono stato toccato dall’appello lanciato da Radio Alba da Sua Eccellenza il Vescovo di Alba nel giorno del Venerdì Santo sulla scarsità di dormitori e bagni pubblici per persone senza fissa dimora o in grandi difficoltà anche solo temporanee.

Effettivamente facendo il raffronto con altre realtà del Cuneese e del Piemonte, Alba e’ indietro su questo terreno. E lo è in maniera ingiustificata, dato che esistono molti fabbricati di proprietà comunale poco utilizzati in vari punti della città e sono disponibili risorse sia nel pubblico, che nel volontariato e nel privato ampliamene sufficienti per pensare di poter creare, con investimenti piuttosto modesti, 30-50 posti creare dare a chi ha veramente bisogno un luogo per dormire e i servizi igienici indispensabili. Sono certo che tra i tanti splendidi volontari presenti in città si possano trovare le risorse umane necessarie a gestire questi locali. Dato che ebbi la fortuna di conoscerlo sin da giovane, propongo di intitolare la nuova struttura al compianto Don Celestino Grillo.

Aggiungo che da anni il locale M5S si batte per lo sviluppo di strumenti che facilitino la coesione sociale e l’inclusione quali:

La riduzione dello spreco alimentare e il recupero del cibo ancora commestibile

Il recupero e il riuso di elettrodomestici di seconda mano, abiti usati, libri e giocattoli in buono stato

La banca del tempo

Il baratto amministrativo

Il microcredito

Una eventuale futura amministrazione pentastellata si impegna sin d’ora a realizzare quanto sopra esposto con convinzione e massimo sforzo.

Il modo migliore per predire il futuro e’ crearlo.

Giorgio Degiorgis

Banner Gazzetta d'Alba