Tantissimi soci per l’assemblea di Banca d’Alba: erano in 16.461

Tantissimi soci per l’assemblea di Banca d’Alba: erano in 16.461 1

ALBA Alla chiusura delle procedure di accettazione erano 16.461 i soci della Banca d’Alba presenti in piazza Medford per l’assemblea, un numero sensazionale mai registrato prima. Hanno sfidato il maltempo per raggiungere Alba; sono giunti con ogni mezzo dal Piemonte e dalla Liguria per dare vita alla assemblea del credito cooperativo più partecipata d’Italia.

Il presidente Tino Cornaglia commenta: «Oggi i soci ci hanno dato l’ennesima dimostrazione di fiducia, forse la più grande: sono loro il nostro vero patrimonio ed è da loro che traiamo linfa per migliorare ogni anno. La loro partecipazione ci riempie di orgoglio».

Il direttore generale, Riccardo Corino aggiunge: «Siamo estremamente soddisfatti per il numero record di presenze e per la nostra macchina organizzativa che si è dimostrata efficiente e ha saputo cogliere l’occasione di ben figurare davanti ai nostri soci».

L’assemblea è iniziata con la premiazione dei due soci più giovani, i diciottenni Luca Pavesi Negri e Alex Zinola, e ha visto i saluti del presidente di Federcasse, Augusto Dell’Erba e del presidente di Iccrea banca, Giuseppe Maino.

Tantissimi soci per l’assemblea di Banca d’Alba: erano in 16.461

L’assemblea ha poi vissuto il suo momento cruciale, ovvero l’esposizione dei dati di bilancio di esercizio, con successiva approvazione all’unanimità da parte dei soci.

Ecco gli indicatori più significativi: 9,4 miliardi di euro di volumi, utile di esercizio pari a 14 milioni e il patrimonio a 319 milioni. Il Tier1 si conferma superiore al 14%.

Dopo aver ultimato tutti i punti all’ordine del giorno, è stato dedicato un ampio momento di carattere sociale: prima sono saliti sul palco i vertici della Bcc dei Sibillini che Banca d’Alba ha aiutato, dopo il terremoto, a sostenere famiglie e aziende di quel territorio; a seguire è stata la volta dei volontari dell’Asava (Associazione servizio autisti volontari di ambulanza) e della fondazione Nuovo ospedale, di cui Banca d’Alba ha finanziato l’intero reparto di pediatria.

Ospite graditissimo è stato Bepi Tonello e il progetto di microfinanza campesina in Ecuador, che vede da vent’anni coinvolta sostenitrice Banca d’Alba insieme a Federcasse e altre Bcc italiane.

Al termine gli oltre 16mila Soci sono stati chiamati alle urne per eleggere segretamente i nuovi amministratori che per i prossimi tre anni costituiranno il nuovo consiglio di amministrazione ed il nuovo Collegio sindacale. L’esito verrà comunicato martedì.

Banner Gazzetta d'Alba