Chef stellato apre un ristorante nell’antica borgata di Monforte

Chef stellato apre un ristorante nell'antica borgata di Monforte 1

MONFORTE  Dalla collaborazione tra lo chef Pasquale Laera e il maître Fabio Mirici Cappa nasce Borgo Sant’Anna, ristorante che punta alla riscoperta dei piatti della tradizione delle Langhe. Il logo sono sette cerchi che richiamano l’anello entro il quale è racchiusa la piccola borgata di Monforte,  idealmente disposti a formare un grappolo. E sulle botti all’interno delle quali il nebbiolo pazientemente invecchia, gelosamente custodito nel segreto della cantina, una scritta balza all’occhio di chi legge: “Atto a divenire Barolo”. Il vino che riposa nel legno si sta preparando a trasformarsi nel re dei vini.

Borgo Sant’Anna è un antico complesso, dove un tempo la gente del posto veniva per cuocere le farine nel forno a legna. Quì, oggi, saperi tramandati e sapori contadini vengono rivisitati, mescolando stili e ingredienti fino a dar vita a qualcosa di inedito, ma familiare: la riscoperta dei piatti di una volta.

Chef stellato apre un ristorante nell'antica borgata di Monforte 2
Lo chef stellato Pasquale Laera

Pugliese di nascita e piemontese d’adozione Pasquale Laera, conclusi gli studi alberghieri, si iscrive alla Scuola internazionale di cucina italiana (Alma) di Gualtiero Marchesi, dove incontra Antonino Cannavacciuolo, di cui diventa presto sous-chef.  Dopo esperienze in Giappone, a Copenaghen, in  Messico e, in Italia, a Villa Crespi arriva al  Boscareto resort di Serralunga, dove nel 2014  ottiene la prima stella Michelin.

 

Banner Gazzetta d'Alba