La Giornata per sensibilizzare sul dovere del sostentamento

NELLE PARROCCHIE Come per gli altri anni, anche quest’anno si celebra in tutte le parrocchie la Giornata nazionale di sensibilizzazione sulle offerte per il sostentamento dei sacerdoti diocesani. Cioè per sensibilizzare i fedeli al sostegno del proprio parroco e non solo.

Sacerdoti in piazza San Pietro a Roma.

I sacerdoti a servizio delle diocesi sono circa 35mila in tutta Italia. Da oltre un trentennio i sacerdoti non ricevono più lo stipendio dallo Stato (quella che era denominata “congrua”), ma direttamente dai fedeli attraverso le offerte libere nonché dalla firma dell’8 per mille.

Ma attenzione: il ricavato dell’otto per mille serve soprattutto per il sostegno delle opere caritative, per il culto e la pastorale, oltre che per i beni ecclesiastici – sia per la conservazione di quelli esistenti sia per quelli di nuova realizzazione.

Il ricavato delle offerte non va solo ai sacerdoti che sono in attività, ma anche a tutti i sacerdoti anziani, ammalati, che non possono più esercitare il proprio ministero. Lo stesso vale per i sacerdoti fidei donum che operano nelle missioni sparse in tutto il mondo, ai quali va il nostro ringraziamento per il loro impegno verso il terzo mondo, dove regnano la povertà, i soprusi e le tante guerre che mettono in serio pericolo la loro vita umana. Purtroppo questi preti eroi non vengono quasi mai menzionati nelle pagine dei giornali, se non nella stampa specializzata riguardante le missioni e che ha scarsa diffusione anche tra i cattolici.

Concludo facendo un appello al buon cuore di parrocchiani e non, perché siano sensibili alla causa.

diacono Gianfranco Lusso, incaricato diocesano per il Sovvenire

Ad Alba sono state 133 le offerte 2018

Questi sono i dati relativi al 2018. Le offerte per il sostentamento dei sacerdoti arrivate all’Istituto centrale sostentamento clero (Icsc) e donate da persone con indirizzo, attribuite alla nostra diocesi di Alba, sono state 133 per un importo complessivo di 10.228 euro. Si contano 106 offerenti ogni 1.240 abitanti (dati Cei).

I versamenti si possono effettuare nei seguenti modi:

  • alla posta con bollettino di C/C postale n. 57803009 (si possono trovare nei pieghevoli siti al fondo della vostra chiesa o chiedendo al parroco):
  • -tramite bonifico bancario, con carta di credito, oppure recandosi presso l’Istituto sostentamento clero della diocesi situato presso la Curia vescovile, in piazza Monsignor Grassi, al piano terra.

Tutto è detraibile dalle tasse nei vari modelli 730 ecc. Se esiste qualche dubbio, visitando il sito www.insiemeaisacerdoti.it, si avranno tutte le informazioni.

g.l.