La rivista Weinwirtschaft premia Terre del Barolo come miglior cooperativa italiana 2020

TERRE DEL BAROLO Un riconoscimento che conferma l’importanza della cooperatività che, dal 1958, caratterizza la cantina Terre del Barolo. L’autorevole rivista tedesca Weinwirtschaft premia la cantina delle Langhe con il primo posto nella speciale classifica Top 25 dedicata alle cooperative italiane. L’iniziativa, nata nel 2010, in questi anni è cresciuta di valore, e rappresenta un premio al lavoro, alla dedizione e all’unione degli attori che lavorano in queste realtà.

Terre del Barolo ha preceduto l’abruzzese Tollo, e la veronese Valpolicella. Il presidente Paolo Boffa esprime la sua soddisfazione: «Il nostro lavoro attento alla natura, alla valorizzazione delle diverse denominazioni, alla qualità ed alla sostenibilità, permette anche di ottenere questi importanti riconoscimenti che, in un anno particolare come il 2020, caratterizzato dal Covid-19, assumono un valore ancora più profondo».

le vigne del cru Cannubi

Il direttore Stefano Pesci sottolinea con positività il premio: «Anche questi riconoscimenti confermano il buon lavoro che stiamo facendo. Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, in autunno concluderemo i lavori di ammodernamento dei locali della sede storica di Castiglione Falletto e, quanto alla vendemmia, si profila un’ottima annata per quantità e qualità, espresse nei nostri grandi cru e vigneti storici, tra cui Cannubi a Barolo, Bussia a Monforte, Villero a Castiglione Falletto».

Dalla cantina cooperativa un ringraziamento particolare va a tutti i protagonisti: «Ai soci, ai dipendenti, ai collaboratori e a tutti coloro che credono nella Terre del Barolo come cooperativa capace di valorizzare il territorio vitivinicolo delle Langhe, per offrire al cliente vini di qualità», si legge in una nota.