Giro d’Italia: Sobrero cinquantunesimo nella terra di Marco Pantani

L'arrivo vittorioso dell'ecuadoriano Narvaez a Cesenatico.

CICLISMO La  dodicesima tappa del Giro d’Italia, con partenza e arrivo a Cesenatico (in omaggio a  Marco Pantani) ha visto la seconda vittoria ecuadoriana nella corsa rosa 2020, con l’arrivo solitario di Narvaez, che ha preceduto di oltre un minuto l’ucraino Padun. La frazione, che si sviluppava in pratica sul tracciato della celebre gran fondo Nove colli, è stata caratterizzata da una fuga partita da lontano, che ha coinvolto i corridori che poi sono giunti per primi al traguardo. Gli uomini di classifica sono arrivati a 8’25” dal vincitore. Gran parte del lavoro in testa al gruppo dei migliori se lo è sobbarcato la Ntt di Domenico Pozzovivo, squadra in cui milita anche il langarolo Matteo Sobrero. Il corridore di Montelupo Albese ha chiuso al cinquantunesimo posto. Nessuna novità in classifica generale, con il portoghese Almeida sempre in maglia rosa con 34 secondi sull’olandese Kelderman.

Domani è in programma una tappa per velocisti, da Cervia a Monselice, prima di un week-end che potrebbe incidere sulla classifica con  la cronometro di sabato da Conegliano a Valdobbiadene e l’arrivo in salita di domenica a Piancavallo.

c.o.