Inaugurazione della novantesima edizione della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba (FOTOGALLERY)

Ospite d'onore il Ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia sul palco del Teatro Sociale e per il taglio del nastro all'ingresso del mercato del tartufo bianco d'Alba nel cortile della Maddalena

Inaugurazione della novantesima edizione della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba 30

ALBA Si è svolta oggi l’inaugurazione della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba 2020, con l’appuntamento al teatro Sociale “Giorgio Busca” di Alba, che quest’anno ha avuto la prospettiva di toccare temi di forte attualità, per aprire uno dei momenti più caratteristici della vita albese e del territorio.

Seguendo la tradizione che vede come protagonisti personaggi di primo piano del mondo della politica, oggi ha avuto come ospite d’onore sul palco, il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, che in seguito ha raggiunto il mercato del tartufo bianco, invitato a tagliare il nastro nel cortile della Maddalena.

Il Ministro Francesco Boccia arrivato difronte al teatro Sociale si è fermato a parlare con il Vescovo Brunetti e con l’Arcivescovo di Torino Nosiglia, ed in attesa di fare ingresso nella sala del teatro, ha potuto incontrare la signora Maria Franca Ferrero.

Dopo il cappello introduttivo del presidente dell’ente turismo Langhe Monferrato Roero Luigi Barbero, sul palco, con il Ministro Francesco Boccia, presenti il sindaco di Alba Carlo Bo, la presidente dell’Ente fiera Liliana Allena, insieme al presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, mentre tra i vari interventi quello di Paolo Bellino di Rcs, organizzatrice del Giro d’Italia. Tra le personalità presenti tra il pubblico in sala, anche il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano.

In apertura dell’inaugurazione della 90esima Fiera del tartufo bianco d’Alba, di fronte a una platea di non oltr 200 persone , secondo normative precauzionali anti-Covid , il Presidente Alberto Cirio ha voluto precisare prima di tutto il senso della manifestazione: «Siamo qui per dire che il Piemonte, con tutte le misure necessarie e il lavoro dei tanti operatori, c’è ed è pronto a essere una terra accogliente per i visitatori che verranno: abbiamo fortemente voluto confermare la fiera e con coraggio siamo felici di questa scelta».

La parola è poi passata al la presidente dell’Ente fiera Liliana Allena: «Non avremmo mai voluto festeggiare i 90 anni della Fiera in questo modo, ma ci siamo e abbiamo voluto esserci, con la consapevolezza di aver adottato un rigido protocollo sanitario, che implicherà qualche limitazione agli albesi, ma renderà sicura la nostra città».

Nel corso dell’incontro il Ministro Francesco Boccia, è stato coinvolto nella discussione che riguarda uno dei temi più importanti legati al nostro territorio, ovvero l’autostrada Asti-Cuneo, ed ha dichiarato: «La Asti-Cuneo è una delle cicatrici del territorio Piemontese, che il Governo si impegnerà e provvederà a rimarginare al più presto».

In seguito Francesco Boccia, che durante il lockdown, insieme al capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli, ha creato la task force di volontari inviati negli ospedali delle zone del Paese maggiormente colpite dalla pandemia ha dichiarato: «Abbiamo il dovere di difendere scuola e lavoro. Non vorremmo mai un altro lockdown. Sono preoccupato per l’aumento del contagio, ma le reti sanitarie stanno tenendo bene. Questo chiaramente non ci autorizza a comportarci come se nulla fosse: se necessario, stringeremo le maglie a ciò che non è necessario, ma salvando ciò che è essenziale».

L’evento è proseguito con il taglio del nastro inaugurale nel cortile della Maddalena, cuore pulsante del mercato del tartufo bianco d’Alba.

Alice Ferrero

 

La fotogallery dell’evento

 

Banner Gazzetta d'Alba