Strade Bianche: Rosa sessantesimo nel giorno del trionfo di Van der Poel

Strade Bianche: Rosa sessantesimo nel giorno del trionfo di Van der Poel 1

CICLISMO Alla vigilia della Strade Bianche, Diego Rosa aveva detto che la corsa toscana è particolarmente adatta a chi arriva dalla mountain bike o dal ciclocross. L’analisi si è rivelata azzeccata, dal momento che in Piazza del Campo si è imposto, dopo 184 chilometri di saliscendi (63 dei quali sullo sterrato) l’olandese Mathieu Van der Poel (Alpecin Fenix), uno che nel ciclocross ha vinto praticamente tutto. Alle spalle del primo classificato sono arrivati il francese Julien Alaphilippe (Deceunink Quick Step) e il colombiano Egan Bernal (Ineos) a comporre un podio di altissimo livello. Ancora una volta la corsa toscana è stata avara di soddisfazioni per gli italiani (una sola vittoria in quindici edizioni): il primo azzurro al traguardo è stato Davide Ballerini, diciassettesimo. Risultato inferiore alle attese anche per Diego Rosa (Arkèa-Samsic), che ha chiuso al sessantesimo posto, a 10’21” da Van der Poel.

Maggiori dettagli sulla corsa e sui prossimi impegni di Diego Rosa e Matteo Sobrero su Gazzetta d’Alba in edicola martedì 9.

c.o. 

Strade Bianche: Rosa sessantesimo nel giorno del trionfo di Van der Poel 2
Diego Rosa (primo a destra) sul palco della Strade Bianche prima della partenza.
Banner Gazzetta d'Alba