Ultime notizie

Il consiglio direttivo Aca ha incontrato il presidente Alberto Cirio e la Giunta regionale

Il consiglio direttivo Aca incontrato il presidente Alberto Cirio e la Giunta regionale 2

TORINO Un momento speciale, quello di lunedì 15 maggio. Il Consiglio direttivo dell’Associazione commercianti albesi ha incontrato nella sede della Regione Piemonte il presidente Alberto Cirio e alcuni assessori della Giunta regionale.

Tanti i temi che vedono quotidianamente interloquire le categorie rappresentate dall’Aca con l’amministrazione regionale e che sono stati racchiusi in un documento redatto per l’occasione e consegnato alle autorità.

«Abbiamo portato innanzi al governo regionale alcune delle tematiche più importanti per le categorie del commercio, del turismo e dei servizi, ma anche argomenti che riguardano l’intera collettività del territorio, perché da sempre l’Associazione commercianti albesi si muove nella direzione di un’azione ad ampio spettro, spesso condivisa con i sindaci e tutte le realtà rappresentative dell’area, cercando di applicare quel principio di sussidiarietà che garantisce i migliori risultati nel conseguimento del benessere socioeconomico», dichiarano il presidente Giuliano Viglione e il direttore Fabrizio Pace.

È stato ribadito che i negozi e le attività commerciali oltre a alimentare il tessuto  economico dei centri storici e delle cittadine ne garantiscono la vitalità e anche la sicurezza a vantaggio dei residenti, ma anche dei tanti turisti che ogni anno scelgono le nostre terre per le loro vacanze.

L’assessore alla sanità Luigi Genesio Icardi ha illustrato il cronoprogramma dei lavori di ristrutturazione  degli ex ospedali di Alba e di Bra che diventano Case della salute. In specifico per il San Lazzaro sono stanziati 26 milioni di euro. Entro giugno sarà affidata la gara d’appalto per individuare il progettista, che dovrà consegnare il progetto entro settembre. A quel punto potrà partire la gara per l’appalto integrato – progettazione esecutiva e realizzazione dei lavori – in modo da arrivare all’avvio del cantiere a marzo 2024. La ristrutturazione dell’ex ospedale consentirà anche di rilanciare il quartiere e dare ossigeno al commercio.

L’assessora al commercio e turismo Vittoria Poggio ha ricordato l’investimento sui distretti del commercio individuati come strategia di sviluppo e potenziamento del comparto commerciale e che vede la collaborazione tra pubblico e privato. Rassicurazioni sono poi arrivate a proposito dei mercati rionali d’eccellenza. Il Distretto diffuso del commercio Alba-Bra, già operativo con le prime azioni visibili negli 81 comuni aderenti, necessità di continuità per essere incisivo nel tempo e quindi di un sostegno economico costante, per consentire programmazione di lungo periodo.

Il commercio su area pubblica deve essere valorizzato a partire dalla riqualificazione, dall’innovazione tecnologica, da una maggiore sicurezza, dalla promozione, da una programmazione regionale.

Il vicepresidente Fabio Carosso ha fatto anche il punto sulle botteghe dei servizi, finanziate con 3 milioni di euro, destinati ad attività commerciali esistenti o di nuova apertura, in borghi montani, che alla parte commerciale associno anche altri servizi come lo sportello della pubblica amministrazione, la rete internet, la biglietteria del trasporto pubblico, la consegna e il ritiro dei pacchi.

Durante l’incontro si è affrontato il tema delle difficoltà di reclutare personale per la ristorazione, per cui c’è grande richiesta vista la connessione di questa attività con il turismo che nella zona di Alba è in forte crescita.

L’assessore al lavoro, istruzione e formazione Elena Chiorino ha evidenziato che si tratta di un problema a livello nazionale, per cui è necessario un programma di orientamento e di comunicazione corretta rispetto alle carriere professionali. A questo scopo la Regione Piemonte investe per l’orientamento degli studenti, fin dai primi cicli scolastici, 12 milioni di euro, lo stanziamento più elevato di sempre, nella convinzione della necessità della corretta presentazione delle potenzialità dei vari percorsi di studio e dei diversi sbocchi professionali. In questo contesto si inseriscono anche le Academy, che la Regione sta lanciando in via sperimentale – già partite quella per la mobilità e quella del tessile, gioielleria e green jobs – con buoni riscontri in termini occupazionali (quella orafa registra il cento per cento delle assunzioni).

Si è poi fatto l’aggiornamento rispetto ai cantieri dell’autostrada Asti Cuneo che sarà completata entro il 2024 e sull’investimento di 36 milioni del Pnrr per il potenziamento dell’invaso di Serra degli Ulivi a Pianfei.

Banner Gazzetta d'Alba