Monchiero: Il sistema di controlli sulla contabilità delle Regioni presenta falle preoccupanti

I deputati piemontesi di Scelta civica Giovanni Monchiero e Mariano Rabino hanno presentato un’interrogazione al Ministro dell’economia, riguardante la situazione finanziaria delle regioni e delle aziende sanitarie alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale sul bilancio 2013 del Piemonte.

Giovanni MonchieroMonchiero si è detto soddisfatto della risposta di Padoan relativamente alla conferma del fatto che la legge 190 ha avuto in Piemonte una sostanziale attuazione con il pagamento di quasi un miliardo e mezzo di fatture arretrate, ma si è detto «preoccupato per la vigenza di tecniche di contabilità e di un sistema di controlli che, come dimostra il caso piemontese, presentano falle e inadeguatezze».

«Il Piemonte è da molti anni una regione impegnata con un piano di rientro. Quindi – ha spiegato Monchiero – il bilancio del Piemonte era sotto controllo speciale da parte del Ministero. Se, nonostante questi controlli, una Regione è riuscita a produrre 3 miliardi di euro, o forse più, di debiti fuori bilancio, credo che anche i conti delle altre Regioni debbano essere messi sotto sorveglianza, perché, onestamente, mi rifiuto di credere che il Piemonte sia, in Italia, la Regione meno rispettosa delle regole. Quindi, il problema esiste e credo che questo problema richieda un intervento forte e immediato».

 

Banner Gazzetta d'Alba