45 alberi sotto sorveglianza

SICUREZZA Il Vta (Visual tree assessment) attraverso diverse fasi procedurali, consente di definire la propensione al cedimento degli alberi presi in esame. Una sorta di analisi visiva delle condizioni degli alberi per riconoscere gli esemplari a rischio caduta, realizzata dall’agronomo Gianni Forte per conto dell’Amministrazione albese. I dati raccolti in questa prima fase costituiranno l’avamposto per la catalogazione di gran parte delle 7 mila alberature albesi.

alberi

Il Vta consiste in tre fasi: l’analisi visiva complessiva, l’analisi strumentale specifica, e la valutazione di stabilità e conseguente classificazione in base alla “classe di propensione al cedimento” secondo una classificazione internazionale. Le alberature prese in esame dallo studio sono 45, ubicate in piazza Marconi, corso Bra, un esemplare nella scuola Umberto Sacco, alcuni esemplari del parco Sobrino, di piazza Monsignor Grassi, di corso Piave e i gelsi di via Castelgherlone, oltre ad alcuni alberi presenti nel giardino del castello di Grinzane Cavour, in collaborazione con la scuola agraria di Grinzane Cavour.

Forte, durante le analisi, ha individuato tre piante a forte rischio di caduta: un ippocastano in corso Bra, un acero in piazza monsignor Grassi e un salice piangente in via Rorine su cui l’Amministrazione è immediatamente intervenuta per scongiurare il rischio di cedimento.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba