Sospeso dai Nas il servizio di ristorazione della bocciofila albese

Chiusa dai Nas la bocciofila albese per carenze igienico-sanitarie

BOCCIOFILA A seguito di una denuncia dei Nas di Alessandria, l’Asl Cn2 ha disposto la chiusura del servizio di ristorazione della bocciofila di Alba. I carabinieri avrebbero riscontrato inadeguatezze sotto il profilo igienico sanitario nel servizio di ristorazione della struttura di corso Nino Bixio.

La bocciofila albese non disporrebbe inoltre della prevista registrazione sanitaria. Attività sospesa, dunque, a tempo indeterminato come prevede la prassi. Dall’anno scorso, l’associazione comunale Bocciofila Albese è presieduta dal consigliere Mario Canova. Il sodalizio conta oltre 300 soci.

Il presidente Mario Canova spiega: «Ad essere sospesa è stata l’attività di ristorazione gestita esternamente e non l’attività dell’intera bocciofila che rimane aperta al pubblico. L’attività è sospesa in attesa di adeguamento da tipologia tre alla tipologia quattro per cui verranno prodotte al più presto le opportune documentazioni. La bocciofila dispone di numerose attività che si svolgono in modo regolare».

L’attacco del sindaco Maurizio Marello: «La notizia mi ha molto colpito. La struttura e’ comunale. Data in gestione da anni alla società bocciofila albese presieduta nell’ultimo anno dal consigliere comunale di forza Italia Mario Canova e prima per molti anni dall’onorevole nonché europarlamentare Alberto Cirio. Convocherò nei prossimi giorni il presidente. Se saranno confermate le irregolarità accertate dai Nas e dall’Asl, prenderemo tutti gli opportuni provvedimenti. Ivi compresa la revoca della concessione».

e.a.

Banner Gazzetta d'Alba