Doppia festa per la “promozione” a città e per ricordare la Liberazione

Il Comune vuole diventare città: l’iter è già stato avviato

SAN DAMIANO San Damiano vivrà due giorni ricchi di emozioni e di iniziative per celebrare la Liberazione e festeggiare il riconoscimento di città, che verrà ufficialmente conferito martedì 24 aprile.
La giornata sarà caratterizzata dal ritrovo, alle 10, in piazza Libertà; alle 10.30 ci sarà l’alzabandiera con l’esecuzione dell’inno d’Italia, seguito dagli interventi delle autorità e dalle letture da parte degli studenti tratte dal libro di Anna Maria Cirio Conoscere San Damiano. Successivamente sarà letto il messaggio della Presidenza della Repubblica e si scoprirà la targa che celebra il conferimento del titolo di città a San Damiano. Nel corso della manifestazione interverrà la fanfara del terzo reggimento Carabinieri Lombardia.

«La celebrazione del 24 aprile sarà una pietra miliare nella storia di San Damiano e dei suoi abitanti. È una celebrazione che accogliamo con emozione e orgoglio. Auspico che San Damiano non si arresti, ma continui a valorizzare la cultura locale, le manifestazioni e tutte le realtà di questa terra», afferma il sindaco Mauro Caliendo.

Le celebrazioni per la festa della Liberazione inizieranno alle 21 del 24 aprile, nel foro boario, con lo spettacolo teatrale Tracce partigiane, a cura della compagnia Macramè, per illustrare le vicende della Resistenza e, in particolar modo, la storia del partigiano sandamianese Giacomo Rossino (Rino).
Il giorno successivo, mercoledì 25 aprile, le cerimonie proseguiranno con il ritrovo alle 9.15 in piazza Rossino. Alle 9.30 inizierà la sfilata verso piazza Libertà con la banda musicale Alfiera di San Damiano e la Società filarmonica comunale di Villanova. Alle 9.45 sarà reso onore al monumento dei caduti e alle 10 sarà celebrata la Messa nella chiesa parrocchiale di San Vincenzo. Seguirà la sfilata in piazza Libertà e tra le vie dedicate ai patrioti locali, da via Peano sino a piazza 1275, oltre a momenti commemorativi nel foro boario con interventi delle autorità.

Alla commemorazione unitaria per la festa della Liberazione, oltre alla città di San Damiano, hanno aderito i Comuni di Baldichieri, Tigliole, Cellarengo, Valfenera, Ferrere, Cantarana, Castellero, Cortandone, Maretto, Monale, Roatto, San Paolo Solbrito, Villafranca, San Martino Alfieri, Dusino San Michele, Villanova, Cisterna e Celle Enomondo.

Elena Chiavero

Banner Gazzetta d'Alba