La Regione stanzia 12 milioni per le piccole e medie imprese che si affacciano sul Mondo

La Regione stanzia 12 milioni per le piccole e medie imprese che si affacciano sul Mondo

TORINO Scade martedì 24 aprile il termine per aderire ai progetti di internazionalizzazione lanciati dalla Regione Piemonte e destinati alle piccole e medie imprese.

Il bando ha l’obiettivo di favorire l’export mirando a consolidare la presenza competitiva e la proiezione internazionale, favorendone l’accesso ai mercati esteri e, al tempo stesso, la capacità di presidio da parte delle singole imprese.  Otto le filiere produttive piemontesi di eccellenza individuate: aerospazio, automotive, meccatronica, chimica verde-clean tech, salute e benessere, tessile, agrifood e abbigliamento e design. A questi settori sono destinati 12 milioni di euro nel triennio 2017-2019.

Le aziende  interessate ad aderire  trovano tutta la documentazione e il modulo per compilare la domanda telematica al seguente  indirizzo:www.regione.piemonte.it/bandifinanziamenti. L’adesione ai Pif (Progetti integrati di filiera) da parte delle imprese è gratuita.

Al termine della verifica del possesso dei requisiti richiesti alle Pmi ammesse sarà concessa un’agevolazione, con un valore massimo di 15mila euro per 2018, in termini di riduzione sui costi di partecipazione alle azioni di investimento (ad esempio la partecipazione a fiere) che saranno proposte nell’ambito delle attività di ogni progetto.

«Sono state oltre 600 le Pmi ammesse al termine della precedente selezione pubblica sui Pif», commenta l’assessore Giuseppina De Santis. «Se consideriamo che ogni impresa poteva partecipare anche a più di un progetto, il totale complessivo supera le 1.200 adesioni. Alla luce di questi positivi risultati, la Regione prosegue questa attività per rilanciare i processi di internazionalizzazione delle nostre aziende e per dare loro una nuova occasione di rafforzarle ulteriormente sui mercati esteri».

Banner Gazzetta d'Alba