Bra: domande per i contributi per acquistare i farmaci

Dal Comune di Bra contributi da 150 euro a chi non può comprare le medicine

BRA Lo scorso anno sono pervenute in Comune 215 domande di contributi, da utilizzare per l’acquisto di farmaci, da parte di altrettanti cittadini che non avevano le risorse materiali per potersi curare. Un fenomeno, quello della rinuncia alle terapie per mancanza di denaro, che va crescendo anche all’ombra della Zizzola.
L’assessore alle politiche sociali Gianni Fogliato: «Anche quest’anno il Comune rimette in campo interventi finalizzati a fronteggiare le situazioni di emergenza farmaceutica. In particolare, fino al 1° giugno, sarà possibile presentare richiesta di accesso a contributi economici per l’acquisto di farmaci da banco e di fascia C, con o senza ricetta medica, e di parafarmaci». E poi aggiunge: «Se possiamo attivare nuovamente questo servizio, lo dobbiamo alla grande sensibilità dei farmacisti cittadini. E a quella del Comune, della Caritas, di tante associazioni territoriali e di alcuni privati che, facendo davvero sinergia, creano le condizioni per poter erogare aiuti mirati al benessere di coloro che non hanno le risorse per curarsi».
Il contributo, erogato sotto forma di voucher dall’importo massimo di 150 euro a beneficiario nel corso dell’anno, viene assegnato sulla base di determinati indicatori e requisiti, previsti dal bando. In particolare, i richiedenti devono essere maggiorenni, residenti a Bra da almeno 12 mesi, in possesso di cittadinanza italiana o di regolare titolo di soggiorno e con un Isee (Indicatore situazione economica equivalente) non superiore a 10mila euro.
Scorrendo i dati consuntivi dello scorso anno, si nota come siano state 106 le richieste accolte, per una spesa complessiva di circa 16mila euro. Aggiungono alla ripartizione servizi alla persona del Comune: «L’assegnazione dei voucher verrà effettuata seguendo l’ordine della graduatoria definita da una commissione tecnica, sulla base degli indicatori e dei punteggi stabiliti, sino all’esaurimento dello stanziamento a disposizione. I nuclei familiari individuati come beneficiari verranno convocati entro settembre, per definire le modalità di accesso al servizio».
La domanda, redatta sull’apposita modulistica disponibile negli uffici della ripartizione, oppure scaricabile dal sito www.comune.bra. cn.it insieme al bando, potrà essere consegnata fino al 1° giugno, dalle 9 alle 12.45 il lunedì, mercoledì e venerdì; per maggiori informazioni si possono chiamare i numeri telefonici 0172-43.82.34, 0172-43.81.24, oppure scrivere all’indirizzo servizi.persona@comune.bra.cn.it.
Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba