Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Marello: a inizio anno il nuovo Ente fiera del tartufo

ALBA Un milione di pernottamenti nelle strutture di Langhe e Roero entro il 2020. L’obiettivo fissato da Alberto Cirio trova d’accordo (e già questa è una notizia) anche il sindaco di Alba, Maurizio Marello, che commenta con soddisfazione la crescita dei pernottamenti negli alberghi, affittacamere e bed and breakfast dei paesi.


«È importantissimo che il territorio, essendo arrivato a ospitare circa 1.200 strutture che si occupano di accoglienza, ristorazione e intrattenimento dei turisti, riesca ad ampliare l’offerta ricettiva di Alba», afferma Marello, sottolineando anche come sia cresciuta la capacità di spesa di molti visitatori. Le migliorie comunque non devono nascondere gli aspetti critici, che per Marello sono i passaggi limitati nei periodi extra Fiera. Non a caso,  su sollecitazione del Movimento 5 stelle, il centro-sinistra sta studiando una riforma del settore: si pensa a una società, interamente pubblica o mista pubblico-privata avente il Comune come capofila, che inglobando l’Ente fiera si occupi di organizzare e gestire non solo la Fiera del tartufo ma anche le altre manifestazioni turistico-culturali della città. Incalzato da Gazzetta, Marello non
si è voluto “sbottonare” sui dettagli della nuova organizzazione, lasciando soltanto intendere che la riforma verrà ufficializzata «entro i primi mesi del 2016».

Enrico Fonte