Ente fiera del tartufo, le novità rinviate al 2017

ALBA Continua a tenere banco, in Consiglio comunale, il tema della gestione del Mercato mondiale del tartufo nel cortile della Maddalena attualmente in carico alla società Expo-turist. A parlarne nell’ultimo Consiglio  è stato il capogruppo del Movimento 5 stelle Ivano Martinetti, il quale ha chiesto lumi sul funzionamento del servizio, «dopo che era emersa la volontà di riformarlo, ma che nulla sembra cambiare per l’edizione 2016».

Nella replica il sindaco Maurizio Marello ha asserito che l’idea di creare un nuovo ente pubblico oppure misto pubblico-privato che, inglobando al suo interno l’Ente fiera del tartufo, si occupasse di tutta la gestione delle manifestazioni cittadine è stata messa da parte, in seguito alla riforma del ministro Madia che, puntando a una razionalizzazione della galassia di società partecipate dagli enti pubblici di tutto il Paese, di fatto, «rende impossibile, come si era pensato all’inizio, la costituzione di una nuova società partecipata». «Si vuole comunque riorganizzare l’Ente, potenziarlo e farlo diventare sempre più il braccio operativo dell’Assessorato al turismo», ha proseguito Marello, «facendo sì che possa gestire in maniera diretta tutta la Fiera, mercato compreso: per i servizi che non sarà in grado di gestire potrà ricorrere ad affidamenti diretti o gare pubbliche. Credo che dalla Fiera 2017 qualcosa di nuovo possa esserci».

e.f.