Alla fiera premi per i trifolao e ospiti da Svizzera e Francia

SAN DAMIANO D’ASTI Grande partecipazione, sabato 3 e domenica 4 novembre, alla Fiera regionale del tartufo. Il sabato mattina si sono svolte le presentazioni dei racconti vincitori del concorso letterario La Barbera incontra, mentre nel pomeriggio le delegazioni delle città gemelle di Kriens (Svizzera) e Septèmes-les-Vallons (Francia) sono state accolte dalla fanfara Lavezzeri dei Bersaglieri di Asti, in occasione della commemorazione del 4 novembre.

Alla domenica, nella sala consiliare è stata firmata la carta di gemellaggio con la città francese, e quella del rinnovo con Kriens, in occasione del ventennale. A rappresentare i due paesi gemelli c’erano il sindaco di Septèmes-les-Vallons André Molino e il vicesindaco di Kriens Mathias Senn, mentre per San Damiano c’era il primo cittadino Mauro Caliendo. Alla cerimonia erano presenti anche i sindaci che, il 24 ottobre 1998, firmarono il gemellaggio tra Kriens e San Damiano, Peter Becker e Alberto Marinetto.

Durante la fiera, nel foro boario, sono stati esposti i tartufi e si è svolta la premiazione di trifolao e ristoratori. I diversi riconoscimenti sono andati a Pietro Bossotto (per aver presentato il miglior piatto con sei pezzi per un totale di 2,07 etti), a Fabio Camisola (miglior piatto sandamianese), a Domenico Rustichelli di Venaria (miglior esemplare, un tartufo di 1,54 etti), al Bistrot di Torino (miglior piatto nella categoria ristoratori) e a Stefano Bochino, il cercatore sandamianese più giovane.

Elena Chiavero