L’ex ministro Roberta Pinotti ha visitato la Fondazione Cesare Pavese

Nella notte tra il 26 e il 27 agosto 1950 la morte di Cesare Pavese

SANTO STEFANO BELBO Una visita inaspettata quanto sorprendente. Lunedì scorso la Fondazione Cesare Pavese ha accolto l’ex ministro della Difesa Roberta Pinotti, giunta nel paese langarolo insieme alla figlia. Non stupisce, però, l’interesse nutrito dalla senatrice del Partito Democratico verso lo scrittore santostefanese dal momento che nel suo curriculum vanta una laurea in lettere e diversi anni di insegnamento nei licei italiani, dove sicuramente ha coltivato la sua passione letteraria.

L'ex ministro Roberta Pinotti ha visitato la Fondazione Cesare Pavese
Le dedica lasciata dall’ex ministro Roberta Pinotti dopo la visita alla fondazione pavesiana.

L’ex ministro, guidata dai membri della fondazione ha potuto ammirare il Centro studi e la chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, visionando la celebre copia dei Dialoghi con Leucò trovata sul comodino dell’intellettuale torinese dopo la morte (e custodita gelosamente a Santo Stefano Belbo nell’archivio) e il nuovo allestimento museale che è in fase di completamento (presto sarà aperto ai visitatori). L’ex ministro è stato accolto dal presidente della Fondazione Pavese e sindaco di Santo Stefano, Luigi Genesio Icardi che ha chiosato: «Sono sempre gradite le visite degli amanti di Cesare Pavese in questa terra da lui tanto amata. Inoltre, sapere che si tratta di un ritorno per la senatrice Pinotti, dato che non è la prima volta che visita i luoghi pavesiani , non può che renderci doppiamente contenti».

Lorenzo Germano

Banner Gazzetta d'Alba