Suor Eugenia festeggia i 100 anni di età e i 79 di vita religiosa Paolina

Suor Eugenia festeggia i 100 anni di età e i 79 di vita religiosa Paolina

ALBA Il vescovo Marco Brunetti ha voluto festeggiare con suor Eugenia il traguardo delle 100 candeline. Suor Eugenia è, infatti, nata il 22 marzo 1919.

La lettera scritta dalle Figlie di San Paolo, comunità di cui fa parte suor Eugenia

La comunità delle Figlie di S. Paolo di Alba, condivide la gioia di festeggiare i 100 anni di sr Eugenia Maria Montersino e 79 anni di vita religiosa Paolina.

Sr Eugenia Maria, Camilla di battesimo, nasce a Costigliole D’Asti, il 22 marzo 1919 da una famiglia di agricoltori, serena, onesta, laboriosa. Cresce in un clima di fede, padre Sebastiano e madre Bianco Maria, insieme al fratello Carlo e alla sorella suor Maria Teresa, Istituto Suore della Pietà.

All’età di 12 anni, il 25 gennaio 1931, entra nell’Istituto della Pia Società delle Figlie di S. Paolo, quando ancora abitavano in piazza San Paolo.  Fu accolta cordialmente da Maestra Tecla Merlo, prima Superiora generale, con gioia della comunità fu inserita nel gruppo delle piccole aspiranti, chiamate “Immacolatine”.

Nel novembre del 1933 le Suore si trasferirono nella nuova casa, in corso Piave, 71 che divenne la “Casa madre” delle FSP.  Nel suo diario personale si legge: la casa era ancora in costruzione priva di vetri e di luce elettrica, si partiva da Betlemme. Non esisteva nessun tipo di riscaldamento, ci si riscaldava durate le ricreazioni con vivaci camminate, sbattendo i piedi per terra e cantando a squarciagola su e giù per le colline. Si era giovani ragazze che aspiravano a impegnare la loro vita nella nuova missione di annuncio del Vangelo con la stampa e con ogni mezzo di comunicazione che si cominciava a intravedere.

La povertà vi regnava assoluta, assieme alla carità e all’unione dei cuori, l’allegria e il buon umore facevano superare ogni disagio. Don Alberione, fondatore della Famiglia Paolina, chiamato Primo Maestro, visitandole in quei giorni freddi e umidi, le incoraggiava e le invitava: “Non temete! Cercate in ogni cosa e con pieno cuore, nella vita e nell’apostolato, solo e sempre la gloria di Dio e il bene delle anime”. Il Signore farà lui e vi porterà presto all’altezza della vostra missione”.

Nel 1939 sr Eugenia andò a Roma per il noviziato che concluse, con la prima professione il 3 marzo 1940. Espresse il desiderio di chiamarsi Eugenia Maria, nome della mamma defunta.

Dopo la Professione perpetua, emessa ad Alba il 2 ottobre 1945, venne inviata ad Alessandria dove ebbe la possibilità di un lungo periodo di esperienza apostolica in libreria, durato 16 anni, centro di apostolato, irradiazione di luce per il Vangelo.

Nel 1962 nella piena maturità inizia un nuovo periodo di servizio, un lungo curriculum di superiorato,

a Rovigo, Livorno, Pavia, Lugano, Trento Treviso, Cagliari, Napoli, Udine, intervallato da brevi periodi nelle librerie. A Udine per un decennio si dedica all’economato e ai molti compiti richiesti nelle comunità. E’ nel superiorato e in ogni servizio una vera paolina; una donna di fede, di preghiera, di intraprendenza apostolica, dal tratto gentile, premuroso, accogliente, umano.

Dall’anno 2010 per motivi di salute e per l’avanzare dell’età, ritornò con gioia in Casa Madre.

Sr Eugenia, tutta la comunità e la Congregazione ti è grata per la tua bontà e la serenità di questi anni vissuti insieme.

Con gioia rendiamo grazie a Dio dei tuoi 100 anni e 79 di vita consacrata a servizio del Vangelo.

Il Divino Maestro che ti ha chiamata e ti ha fatto sperimentare la sua missione e comunione con il mistero Trinitario, “completi e porti a compimento” il suo progetto di amore e di santità, in attesa di incontrarlo e di godere per sempre il suo volto e la sua gloria.

Congratulazioni e auguri per la tua fedeltà paolina.

Banner Gazzetta d'Alba