Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Levi e Mendeleev, due anniversari legati dalla chimica

ALBA Venerdì 22 alle 21 nell’auditorium della Fondazione Ferrero il giornalista scientifico Piero Bianucci presenta Primo Levi chimico e Mendeleev “poeta”, una provocazione nella ricorrenza di due anniversari celebrati in tutto il mondo. Parteciperanno Ernesto Ferrero, scrittore, traduttore e critico letterario, e Marco Malvaldi, laureato in chimica e per due anni ricercatore al dipartimento di farmacia dell’ateneo pisano, importante narratore di romanzi e racconti gialli.

Ricorre quest’anno il centenario dalla nascita dell’autore di Se questo è un uomo, che nella sua vita professionale fu chimico presso uno stabilimento di Settimo Torinese. E 150 anni sono trascorsi da quando il russo scoprì il sistema periodico degli elementi, una tappa fondamentale per la chimica e la fisica. Se il collegamento con il sistema periodico è evidente in Levi, meno nota è l’avventurosa scoperta dell’ordine nascosto tra gli elementi, che portò lo scienziato russo a collocare 63 elementi chimici allora noti ma anche a prevederne altri regolarmente scoperti o creati in laboratorio. L’ingresso è gratuito sino ad esaurimento dei posti.

Roberto Savoiardo