La “scala santa” di Cossano Belbo è stata ripulita e resa più sicura

La “scala santa” di Cossano Belbo è stata ripulita e resa più sicura

COSSANO BELBO Con l’avvicinarsi della primavera e prima delle restrizioni per l’emergenza sanitaria da coronavirus, il gruppo di Protezione civile di Cossano Belbo, guidato da Adriano Monti, con l’aiuto di alcuni borghigiani delle colline di San Bovo e Santa Libera, ha sistemato il sentiero della cosiddetta scala santa. All’operazione hanno partecipato anche alcuni amministratori comunali.  Sono stati puliti gli oltre 140 scalini e, per rendere sicuro il transito dei camminatori, sono stati ricostruiti alcuni tratti e numerosi ripari danneggiati dal maltempo autunnale. La postazione iniziale, con la croce in ferro battuto arrivata dalla Valle Aurina, è stata ripulita dagli arbusti infestanti. «In un momento di emergenza sanitaria e di blocco della mobilità delle persone, questa iniziativa vuole dare un segnale forte per il futuro», afferma il sindaco Mauro Noè.

Aggiunge il primo cittadino: «L’azione dei volontari, che in questo momento supportano la nostra Amministrazione nella gestione delle criticità, rimane un valore aggiunto per le nostre piccole comunità. La visione di tracciati e sentieri, molto utilizzati fino a poco tempo fa dai numerosi turisti che hanno soggiornato sulle nostre colline, vuole essere un segno positivo per il futuro dell’economia locale, soprattutto quella turistica, che dovrà tornare agli splendori passati». L’Amministrazione comunale cossanese, in tal senso, ha grandi obiettivi per il futuro turistico della zona.

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba