Ultime notizie

L’Osservatorio incontra i sindaci e prepara il sit in di venerdì a Grinzane per l’Asti-Cuneo

Aca: "Asti-Cuneo una vergogna nazionale. Finitela!"

ASTI-CUNEO Lunedì 15 giugno si è tenuto un incontro tra i rappresentanti dell’Osservatorio per la Tutela del Paesaggio di Langhe e Roero e i sindaci di Alba, Bra, Roddi, Verduno, La Morra, Cherasco, il presidente dei sindaci di ASLCN2 Mauro Noè e l’assessore alle opere pubbliche della regione, Marco Gabusi, al fine di fare il punto sul tema autostrada Asti-Cuneo.

L’Osservatorio ha presentato un ricco documento nel quale sono stati ripercorsi i fatti salienti dell’ultimo periodo (da novembre 2019), sono stati messi in evidenza i punti critici e motivate le alternative proposte.

La posizione dell’Osservatorio circa i lavori di completamento dell’autostrada si riassume nello slogan “Sì – Sì – Sì – No – No”: dove i primi tre sì esprimono la volontà di costruire un tunnel a canna singola, optare per la superstrada al posto dell’autostrada ed eseguire tutte le opere complementari; mentre ci si oppone alla costruzione della discarica e al casello per i pazienti diretti all’ospedale di Verduno.

Per le varie associazioni ambientaliste coinvolte, lo scopo dell’incontro era fornire ai sindaci un quadro completo della situazione, nonché alcune proposte alternative da avanzare durante il vertice regionale previsto per venerdì 19 giugno alle ore 11 presso il castello di Grinzane Cavour. In tal sede la giunta regionale convocata in via straordinaria discuterà, in presenza dei rappresentanti del gruppo Gavio – preposto all’esecuzione dei lavori di completamento dell’autostrada, i tempi e le modalità dell’apertura dei cantieri. “La nostra presentazione dimostra ampiamente che le proposte che facciamo sono tutte sostenibili e che non intaccano gli aspetti economici riconosciuti a Gavio dal nuovo piano economico finanziario approvato dal CIPE” esordisce Cesare Cuniberto, membro del direttivo dell’Osservatorio. “Occorre ora la determinazione dei sindaci, la competenza e la conoscenza dei fatti per discutere con Gavio e avere qualche possibilità di successo”.

L’Osservatorio, assieme al comitato “Sì-Sì-Sì” che si è costituto a Verduno pochi giorni fa, intende sostenere i sindaci che vorranno portare avanti le proposte presentate durante l’incontro con un sit-in che si terrà nel giardino del castello prima e dopo l’incontro con Gavio. L’invito a partecipare è esteso a tutti: “yutti coloro che hanno a cuore il nostro territorio sono invitati a partecipare e saremo grati a chi diffonderà l’informazione. Saranno benvenuti cartelli colorati e fantasiosi che ricordino il nostro slogan: sì alla superstrada, sì al minor impatto ambientale, sì alla realizzazione di tutte le opere complementari; no al casello, no alla discarica”. Il sit-in, che avverrà nel pieno rispetto del distanziamento previsto dalla legge, sarà solo il primo di una serie di manifestazioni che saranno organizzate nel caso in cui, stando a quanto sostiene l’associazione, le proposte non venissero ascoltate.

Federico Tubiello

Banner Gazzetta d'Alba