Montà: la strada della Redina sarà chiusa per lavori

Montà: la strada della Redina è stata inserita nel piano triennale

MONTÀ Manca poco alla partenza dei lavori sull’ex strada provinciale della Redina, declassata a comunale dopo l’apertura della variante di Montà. Nei mesi scorsi erano stati assegnati 800mila euro al Comune per finanziare la messa in sicurezza del tratto viario di circa tre chilometri che degrada verso Canale. Spiega il comandante dei Vigili montatesi, Pierlorenzo Caranzano: «Il percorso necessita di manutenzione, per cui l’Amministrazione ha progettato diversi lavori che prevedono il consolidamento della carreggiata in vari punti, il rifacimento del manto stradale e della segnaletica, l’eventuale riparazione delle barriere di sicurezza».

Quando partiranno i lavori?
«A inizio marzo e, salvo imprevisti, dovrebbero concludersi entro l’estate. Comporteranno la chiusura della strada nel tratto compreso tra l’intersezione con la circonvallazione e quello con la strada per le borgate Balla, Benna e Corso».

Questo cosa comporterà per i mezzi in transito?
«La linea di trasporto pubblico e tutti gli altri utenti dovranno, fino al termine dei lavori, utilizzare la variante. È stata prevista un’unica eccezione per i trattori, che sulla tangenziale non hanno possibilità di accesso. I proprietari dei fondi agricoli potranno transitare nelle ore diurne dei giorni feriali».

Il trasporto pubblico dirottato sulla circonvallazione come sarà fruibile?
«L’autobus effettuerà il percorso dei giorni festivi, ovvero, per chi va verso Alba, corso Manzoni, rotatoria di via San Rocco, corso De Gasperi e circonvallazione. Le fermate rimangono quelle di Santa Lucia e di fronte al Maxisconto. La terza fermata invece non sarà più in centro, ma verrà sostituita, con quella a lato di piazza Divisione alpina cuneense.

Giorgio Babbiotti

Banner Gazzetta d'Alba