Montà: progetto da 500mila euro per l’illuminazione pubblica

Montà: progetto da 500mila euro per l'illuminazione pubblica

MONTÀ L’Amministrazione comunale ha definito un nuovo progetto per 500mila euro allo scopo di ridurre i consumi energetici dell’illuminazione pubblica. Il progetto precedente, di 300mila euro, non aveva trovato copertura finanziaria nel bando regionale. Il progetto definitivo, di recente approvato in Giunta, prevede la sostituzione di 634 punti luce, con lampade altamente tecnologiche a Led. Ciò significa che l’80% dell’illuminazione comunale sarà sostituito, così da ridurre molto i consumi di energia, a beneficio dell’inquinamento luminoso e della qualità del servizio stesso.

Spiega il sindaco Andrea Cauda: «L’attenzione della Regione per l’ambiente è ribadita da questa opportunità rivolta ai Comuni. Nel progetto, che prevede 100mila euro di cofinanziamento con fondi nostri e 400mila richiesti alla Regione sono compresi anche altri interventi, dalla gestione unitaria dei consumi dell’impianto alla sostituzione di parte dei componenti strutturali più vetusti fino alla realizzazione di nuovi punti luce in zone che ne sono sprovviste. Gli uffici comunali hanno operato a stretto contatto con i progettisti (lo studio Integra di Alba) per allestire un progetto funzionale alle nostre esigenze e conforme alle finalità del bando».

Quali sono gli aspetti salienti di questa nuova realizzazione?
«L’intervento all’impianto di illuminazione pubblica prevede la sostituzione di 634 corpi illuminanti dotati di sorgente luminosa a vapori di mercurio o al sodio, con nuovi corpi illuminanti a tecnologia performante con Led. In questo modo sarà garantito un risparmio di energia intorno al 49% del consumo. Insieme al notevole risparmio ci sarà anche il rispetto delle norme legate all’illuminazione stradale che, oltre alla luce necessaria per illuminare in modo adeguato le strade, prevedono un abbattimento dell’inquinamento luminoso disperso». Continua il sindaco: «Un ulteriore risparmio arriverà anche dalla sistemazione dei quadri elettrici di comando, dotati di dispositivi per il telecontrollo dei punti luce, che avranno il compito di ridurre, di notte, la potenza delle nuove lampade, con ulteriore riduzione del consumo energetico. Si prevede inoltre l’installazione di 24 nuovi punti luce sul territorio comunale e la sostituzione dei pali di sostegno danneggiati o ammalorati così da garantirne stabilità e sicurezza».

Cauda aggiunge che saranno installati due pannelli informativi per la comunicazione dello stato di emergenza meteorologica, collegati alle stazioni di sicurezza della Protezione civile, le quali, con semafori appositi potranno segnalare l’allerta meteo. Conclude il sindaco: «Crediamo molto in questi interventi perché il nostro Comune, in diversi punti e da parecchi anni, è alle prese con problemi di carenza di illuminazione. Inoltre, da questo progetto trarranno beneficio sia il nostro bilancio, sia l’ambiente in virtù di minori emissioni di Co2».

Giorgio Babbiotti

Banner Gazzetta d'Alba