Da giovedì 28 a lunedì primo novembre un lungo week-end dedicato alla nocciola Igp delle Langhe

Da giovedì 28 a lunedì primo novembre un lungo week-end dedicato alla nocciola Igp delle Langhe

PRODOTTI TIPICI L’ente Fiera della nocciola, in collaborazione con l’ente Fiera del tartufo, l’unione montana Alta Langa e i Narratori del gusto e il supporto organizzativo del consorzio turistico Langhe Monferrato Roero, propone la decima edizione dell’evento “Nocciola Piemonte Igp delle Langhe, dalle colline dell’alta Langa alla Fiera internazionale del tartufo”. Cinque giorni di iniziative per valorizzare la nocciola, con l’obiettivo di innalzarne ulteriormente il valore percepito e portarlo a raggiungere il prestigio dei nostri grandi vini e del tartufo bianco d’Alba, noti in tutto il mondo. Il week-end partirà dal convegno “Nocciola Piemonte Igp delle Langhe-Dall’eccellenza sensoriale all’Accademia della nocciola”, in programma al castello di Grinzane Cavour, giovedì 28 ottobre alle ore, promosso in collaborazione con il Centro studi assaggiatori e alla presenza dei Narratori del gusto (posti limitati, è richiesta la prenotazione a info@fieradellanocciola.it).

Il dibattito vedrà gli interventi di qualificati operatori dei settori commerciale e promozionale. Luigi Odello (presidente del Centro studi assaggiatori) illustrerà i risultati degli studi scientifici realizzati confrontando nocciole di provenienze diverse, che hanno dimostrato le caratteristiche superiori della nocciola Piemonte Igp.  Roberto Carcangiu (presidente Associazione professionale cuochi italiani)  relazionerà su quanto questa nocciola sia un ingrediente prezioso per nobilitare le ricette dei grandi chef, da proporre negli abbinamenti sia dolci che salati. Claudio Grigoletto (presidente Accademia del gelato italiano)  racconterà la sua passione per l’utilizzo della nostra nocciola nel gelato gourmet. Giuseppe Fabbri (presidente Sweet academy) metterà l’accento sull’importanza della nocciola quale ingrediente fondamentale per la creazione di dolci di eccellenza. Massimo Giordani (presidente Associazione italiana sviluppo marketing) evidenzierà come gli strumenti digitali, utilizzati intelligentemente, siano un veicolo di comunicazione straordinario, in grado di valorizzare la reputazione della nocciola Piemonte Igp. Giovanni Battista Mantelli (direttore commerciale di Venchi) racconterà la storia e l’evoluzione di un’azienda storica che, da sempre, utilizza la nocciola del Piemonte e, negli ultimi anni, quella Igp delle Langhe. La fondazione Cassa di risparmio di Cuneo e la Regione chiuderanno il pomeriggio con le conclusioni sul futuro della nocciola quale prodotto strategico delle nostre colline.

Altra importante iniziativa riguarderà il centro storico di Alba, con le vetrine a tema nocciola da giovedì 28 ottobre a lunedì primo novembre. A oltre 150 attività sarà consegnato un kit che, abbinato alla fantasia e alla creatività degli esercenti, permetterà la realizzazione di vetrine originali e curate. Saranno anche evidenziati, per l’occasione, i ristoranti che propongono piatti a tema nocciola, negli accostamenti sia dolci che salati. Per chiudere in bellezza, ci saranno le nocciola tasting experience nel contesto del mercato mondiale del tartufo, in sala Beppe Fenoglio, domenica 31 ottobre e lunedì primo novembre, alle 15 e alle 16, in italiano e in inglese. I seminari permetteranno ai partecipanti di degustare nocciole di provenienze diverse, per apprezzare le proprietà superiori della Piemonte Igp delle Langhe.

Da giovedì 28 a lunedì primo novembre un lungo week-end dedicato alla nocciola Igp delle Langhe 1

Afferma Flavio Borgna, presidente dell’ente Fiera della nocciola: «La nocciola è il prodotto storicamente più importante delle colline dell’alta Langa. Tanti giovani si sono insediati investendo in nuovi impianti e in una serie di attività di trasformazione con iniziative collegate che puntano al turismo. Si sta, inoltre, verificando un fortissimo aumento della produzione di nocciole a livello nazionale e internazionale, con ricorso perlopiù a sistemi intensivi, e quindi con costi di produzione bassissimi. Questo rappresenta un forte elemento di preoccupazione per il futuro dell’andamento dei prezzi e, quindi, per l’economia di tutto il nostro territorio. L’ente Fiera della nocciola ritiene sempre più importante e strategico valorizzare la denominazione d’origine Piemonte Igp puntando sulla indicazione geografica “delle Langhe”, conseguita nel 2019 dal Consorzio di tutela, dopo un’azione corale del territorio, con il supporto della Regione».

Aggiunge Elisabetta Grasso, direttore del consorzio turistico Langhe Monferrato Roero, organizzatore dell’evento: «La nocciola rappresenta il prodotto simbolo dell’alta Langa, ha caratteristiche superiori a tutte le altre nocciole diffuse nel mondo della trasformazione e gli studi realizzati servono a confermarlo per pianificare strategie di promozione e commercializzazione rivolte agli artigiani del gusto, dagli chef ai pasticceri, che sanno valorizzarne l’eccezionale unicità».  Prosegue Roberto Bodrito, presidente dell’unione montana Alta Langa: «La nocciola è il prodotto chiave per l’economia e la valorizzazione turistica delle colline dell’alta Langa. È fondamentale pertanto far capire le differenze, valorizzando la nocciola Piemonte Igp delle Langhe attraverso le sinergie di territorio che hanno permesso di organizzare queste iniziative di assoluta qualità».

Banner Gazzetta d'Alba