Un antico papiro erotico-satirico in mostra allo spazio Innov@zione della Crc

Un antico papiro erotico-satirico in mostra allo spazio Innov@zione della Crc
Una fase del restauro del papiro erotico-satirico del Museo egizio di Torino

Apre venerdì 10 dicembre alle 15.30 la mostra Satira e humor nell’antico Egitto. Il papiro erotico-satirico restaurato nella quale viene esposta una delle prime testimonianze di storie illustrate paragonabili al fumetto. L’evento si tiene nello spazio Innov@zione della fondazione Crc  (via Roma 17) ed è curato da Susanne Töpfer, responsabile della collezione papirologica torinese, insieme ai curatori del Museo egizio Enrico Ferraris e Cedric Gobeil. La mostra è organizzata e promossa da fondazione Crc e Crc innova, con il patrocinio del Ministero della cultura, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e della Città di Cuneo e con il sostegno di Acda Spa, agenzia Generali di Cuneo, Giuggia costruzioni Srl e Merlo Spa.

La mostra rimarrà aperta al pubblico con ingresso gratuito fino a domenica 27 febbraio 2022 dal martedì al venerdì dalle ore 15.30 alle 20; il sabato e la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Sono previste visite guidate al mattino per le scuole su prenotazione. L’esposizione sarà chiusa i sabati 25 dicembre 2021 e 1° gennaio 2022. Per maggiori informazioni telefonare allo 0171-45.27.11 o scrivere a info@fondazionecrc.it.

La mostra si sviluppa in tre ambienti dello spazio Innov@zione: all’ingresso il pubblico viene accolto da due video, che approfondiscono anche la complessa attività di restauro; il percorso prosegue con una esperienza immersiva, grazie alle tecnologie sviluppate da Alessandro Marrazzo, vengono proiettate immagini del papiro e delle sue copie conservate in celebri musei, per preparare il visitatori ad ammirare l’originale, il papiro erotico-satirico, esposto in una teca apposita e accompagnato da una infografica che consente di comprendere i contenuti più rilevanti.

Proveniente dalle collezioni del Museo egizio, che lo ha recentemente sottoposto ad un completo restauro grazie al contributo della fondazione Crc, a conclusione dell’esposizione cuneese il papiro ritornerà a far parte della collezione permanente del museo.

Banner Gazzetta d'Alba