Ultime notizie

Nel piatto dei leader mondiali riuniti in Puglia anche fassona piemontese e Barolo Ceretto

La via selvatica giunge al suo ultimo appuntamento

GASTRONOMIA Ci saranno anche la fassona piemontese e il Barolo, con una delle etichette di casa Ceretto, sul tavolo dei grandi della Terra riuniti in Puglia per il G7. Nel resort Borgo Egnazia i leder dei Paesi che parteciperanno al summit faranno un viaggio lungo tutto lo stivale con il menù Vieni in Italia con me dello chef Massimo Bottura.

Nella prima cena di gala sono stati serviti, tra l’altro, gelato di pomodoro e pane tostato con croccante di pane e foglia d’oro, per un omaggio alla Campania, passando per una zuppa di pesce veneta.

Oggi, secondo giorno, spazio alle eccellenze di Liguria ed Emilia Romagna con pesto e lasagne croccante. Poi il Piemonte con una fassona servita con salsa al Barolo.

Nell’ultimo giorno è previsto un buffet per i leader mondiali in partenza, con più piatti della tradizione italiana.

Alla Fiera del Levante di Bari, dove è stato allestito il centro stampa, i giornalisti di tutto il mondo assaporano i piatti della nascente Comunità dell’economia rurale pugliese verso la sostenibilità certificata e parteciperanno a un cooking show a cura di Giuseppe Pedone, executive chef di Tenuta Pinto, che prima di tornare in Puglia ha lavorato in ristoranti stellati di Parigi. «Il nostro impegno è quello di favorire la creazione del Food environment basandosi sulla dieta sostenibile mediterranea pugliese di cui desideriamo condividere i principi con gli ospiti in arrivo da tutto il mondo in Puglia per il G7», dichiara Domenico Pinto, azienda capofila della Comunità.

 

Banner Gazzetta d'Alba